Lucia Annibali: "Il mio chirurgo migliora la vita delle persone"

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 9 maggio 2015 – Lucia Annibali, che era presente in sala insieme all’avvocato Francesco Coli, lo chiama confidenzialmente «Il califfo», aggiungendo che è «uno che migliora la vita delle persone» (FOTO).

E così è stato presentato anche ieri sera il professor Edoardo Caleffi, direttore del Centro grandi ustionati dell’ospedale di Parma e protagonista dell’incontro organizzato dal Circolo della Stampa all’Auditorium Montani Antaldi.

Nell’affollata platea spiccava la presenza Michele Ferri, fratello di Andrea, il benzinaio barbaramente ucciso in un agguato a Pesaro il 3 giugno di due anni fa.

«Vorrei – ha esordito il chirurgo di Lucia Annibali introducendo il tema della serata – che si vedesse la chirurgia plastica come la chirurgia dei sentimenti: curare è prendersi cura».

Caleffi ha poi cercato di spiegare quanto sia sbagliato tanto demonizzare questa branchia della medicina, quanto diventarne schiavi: «Troppo spesso diamo l’impressione che il nostro interesse sia diretto alla sola estetica, che peraltro deve essere affrontata con particolare preparazione – ha spiegato – In realtà l’estetica va sempre a braccetto con la funzione: un naso, un seno, una palpebra, una mano funzionano perché hanno una forma che ne garantisce l’uso. Con tutti i limiti tecnici e scientifici, questa pratica ricostruttiva è dunque diventata un’arte che ci aiuta a vivere meglio».



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente I nuovi talenti del clarinetto in concerto domani a Camerino Successivo Fabriano - Oggi alle 17.30 l'ultimo saluto a Mirco Aghetoni