«L’università motore della crescita economica»

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 21 marzo 2016 – L’università come motore di crescita economica e civile contro la crisi. È quanto ha sostenuto il rettore dell’Università Politecnica delle Marche Sauro Longhi, inaugurando ad Ancona l’Anno accademico.

Longhi ha parlato di «una nuova primavera delle università, in cui la conoscenza renda tutti più liberi di scegliere e di creare, invertendo le politiche di riduzione del finanziamento pubblico, da quello diretto erogato alle università, a quello indiretto dato agli studenti per il diritto allo studio».

In sette anni, ha sottolineato, il fondo di finanziamento ordinario delle università italiane è passato da 7,5 a 6,7 miliardi di euro, con una conseguente riduzione del ricambio generazionale, e la perdita di 10mila posti di ruolo, tra professori e ricercatori, pari a tagli percentuali del 13% contro il 5% del settore pubblico.

«L’Italia – ha detto il rettore – continua ad avere un finanziamento pro-capite al sistema universitario di poco superiore ai 100 euro: tra i più bassi d’Europa. Nonostante questo, anche dai territori regionali stanno partendo nuovi modelli di sviluppo che pongono al centro la conoscenza».

Con le sue 4.300 nuove immatricolazioni (15.788 gli iscritti totali), il 2% in più rispetto allo scorso anno, la Politecnica conferma la sua attrattività in controtendenza rispetto al resto dell’Italia.

Con l’obiettivo di raggiungere entro il 2020 la media del 40% della forza lavoro laureata, Longhi ha anche ricordato gli interventi per ridurre le tasse universitarie in favore del diritto allo studio, e ha invitato la Regione a dotarsi in questo settore di un’unica agenzia, che operi con gli stessi criteri e servizi nelle diverse università.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Civitanova, nel campo nomadi un'auto usata per le truffe Successivo Longhi, Università motore crescita Paese