Lutto nel mondo dell’arte: è morto Ubaldo Sancricca

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Macerata, 1 aprile 2015 – Si è spento nel letto di casa sua Ubaldo Sancricca, 91 anni, celebre pittore, poeta e ceramista marchigiano, che ha dedicato gran parte della sua vita alla carriera artistica. Il funerale è stato celebrato martedì nella parrocchia Santa Madre di Dio, con accompagnamento di violino. Sancricca lascia i figli Bianca Maria e Piero, i nipoti Matteo e Alessio, molto legati a lui, la sorella Ebe, la moglie Norma. Era un uomo forte, che non si é mai arreso, nato per la famiglia, estroverso, molto intelligente, ed anche un po’ stravagante, non poteva essere nient’altro che un artista. Nato a San Ginesio, Sancricca è vissuto a Macerata, il suo nome d’arte era Gines, è stato un autodidatta, ha partecipato a diversi concorsi letterari e artistici, ottenendo molti e prestigiosi riconoscimenti, come i premi a San Marino, Napoli, l’Oscar a Montecarlo, il premio «De Pisis», la Quercia d’oro e le mostre a Gualdo, Pesaro, Recanati, Sarnano, San Ginesio e Macerata. È presente anche nelle antologie «La press» e «Carello Editore». «Ci ricorderemo sempre quando alle tue mostre, fiero del tuo operato e di noi – ricordano i nipoti – ci chiamavi verso te, e ci presentava stringendoci tra le sue enormi braccia, ai membri della commissione o a qualcuno che aveva appena conosciuto, com’eriasolito fare. L’essere socievole era sicuramente una sua qualitá, e passava di rado inosservato, qualche volta anche un po’ negativamente. Proprio per questo noi lo ricorderemo come una gran bella persona, come ha detto prima di lasciarci: ‘Angeli, voi siete degli angeli’ , è il nostro angelo custode, che ci protegge da lassù, e noi pregheremo per lui».



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Palazzo Ducale di Urbino e Rocca di Gradara aperti a Pasqua e Pasquetta Successivo Anziani, rinnovato progetto Anni attivi