Maceratese, beffa nel finale a Jesi: 1-1

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Macerata, 5 ottobre 2014 – La beffa arriva al 90′, quando ormai la quinta vittoria consecutiva sembrava in tasca. La Maceratese torna con un punto da Jesi, che lascia decisamente l’amaro in bocca. Finale ad alta tensione, con le espulsioni di Kouko e Traini. Resta comunque saldamente in vetta la squadra di Magi, che però avrebbe potuto allungare ulteriormente sulle avversarie: alle sue spalle ora c’è un terzetto composto da Campobasso, Chieti e Samb.

La cronaca. In dubbio fino all’ultimo, alla fine Croce non ce la fa, e Magi opta per belkaid. per il resto confermata la squadra che ha espugnato Civitanova. La partenza è da brividi lungo la schiena, perché la Jesina va vicina al gol con Trudo, che colpisce iol palo. L’attaccante ci riprova poco dopo, ma stavolta è tutto facile per Fatone. Così come non crea problemi ai locali la prima conclusione della Maceratese firmata da D’Antoni. I biancorossi pareggiano il conto dei legno: punizione di Belkaid e palla sulla traversa. Poi praticamente più niente fino alla conclusione del primo tempo.

Ma la prima svolta del match arriva all’8′, quando la Maceratese usufruisce di un rigore per un intervento falloso su Kouko, che poi non fallisce dal dischetto. La Jesina reagisce e al 29′ va vicina al pari con unc alcio di punizione di Frulla che si stampa sulla traversa. La beffa arriva al 90′, con il gol di Cardinali che rimette in parità il risultato, quando ormai la Maceratese stava già assaporando il gusto della quinta vittoria consecutiva. Incredibile la dinamica del gol, con Cardinali che ha scaricato un siluro sulla traversa, poi la palla è carambolata sulla schiena di Fatone ed è finita in rete. Finale concitato con le espulsioni di Kouko e Traini.



 

Precedente Disastro dei tornando: uno dei due piloti era concentrato sull'obiettivo non si è accorto dell'altro velivolo Successivo Festa a quattro zampe insieme a Licia Colò