Maceratese raggiunta due volte a Campobasso

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Campobasso, 22 marzo – I risparmi sono fatti per attingervi quando se ne ha bisogno.

Capita che in una domenica da vacche non grassissime si debba metter mano alla dote.

Che nel caso della Maceratese era di 8 punti, quindi congrua, sui granata del Fano. Bravi a passare al Polisportivo di Civitanova come del resto sono stati bravi i biancorossi a passare due volte in vantaggio al Nuovo Romagnoli, anche se poi sono stati puntualmente ripresi.

Al termine di un match dagli alti contenuti si può dire che le contendenti siano ognuna contenta di quanto seminato e raccolto. Il margine di 6 punti sul Fano è ancora rassicurante.

La cronaca. Partono meglio i rossoblù, sulle ali dell’entusiasmo di chi è fresco vincitore (del recupero infrasettimanale con il Matelica) e soprattutto di chi vuole fregiarsi dell’impresa di battere gli “invincibili”. Sforzo, quest’ultimo, che resterà ancora una volta vano.

Todino cerca il colpo gobbo in un paio di occasioni ma non riesce nell’intento. Al 6’ calcia a lato ed al 14’ Saitta gli dice di no. Romano, desideroso di recuperare il terreno perduto dopo le due giornate di stop forzato causa strali arbitrali, al 16’ tenta di pungere ma Conti emula Saitta e respinge.

Allora il capitano cambia menu. Invece di provare da solo, recupera palla a centrocampo e serve alla perfezione D’Antoni che, a sua volta con la spingarda carica dopo il riposo per un problemino muscolare, non si fa pregare e buca Conti: 0-1.

Dopo l’apertura di D’Antoni, Kouko tenta la chiusura a sorpresa della partita che però non è semplice come una Scala 40. Il suo tentativo non coglie lo specchio.

I rossoblù si scuotono sul finire del primo tempo ancora con il trascinatore Todino, ma Saitta si oppone di nuovo.

Ripresa scoppiettante. È il 6’ quando Di Gennaro estrae il jolly ed “apre” a sua volta per i padroni di casa.

La reazione della Maceratese non si fa attendere e la Rata rimette il periscopio fuori dall’acqua pochi minuti dopo. D’Antoni invita e Kouko infila di testa: 1-2. Ma l’indomito Todino, ancora lui, non ci sta e al 20’ calcia alla perfezione da fermo. Nulla può Saitta: 2-2. Il risultato non cambia più, le emozioni possono bastare.

I tabellini

Campobasso: Conti, Dragone, Fusaro (27’ st Scudieri), Marinucci

Palermo, Di Gioacchino, Minadeo, Pani (28’ st Pignataro), Vitone (14’ st

Miani), Di Gennaro, Todino, Cianci.

All. Vullo

Maceratese: Saitta, Cordova, D’Alessio, Croce, Garaffoni, Marini,

De Grazia, Romano, D’Antoni, Ferri Marini (3’ st Petti), Kouko.

All. Magi

Arbitro: Zingarelli di Siena.

Reti: 19’ D’Antoni, 6’ st Di Gennaro, 9’ st Kouko, 20’ st Todino.

Note: ammoniti Fusaro, Pani, Romano, D’Antoni, Croce; spettatori

1.000 circa, di cui 200 biancorossi.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Ubriaco si addormenta tra i veicoli in sosta Successivo IL METEO DI OGGI A FABRIANO E NELLE MARCHE -by il Borghigiano-