Maceratese sprecona, con la Lupa finisce in parità

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Macerata, 16 gennaio 2016 – Finisce in parità e senza reti la prima gara del girone di ritorno della Lega Pro, per la Maceratese. Troppe poche accelerazioni e per i biancorossi è dura trovare il varco giusto dove affondare il colpo, anche perché la Lupa Roma bada innanzitutto a coprire ogni spazio e a gettarsi avanti quando recupera palla. Il gioco stenta a decollare e le occasioni sono rare. Ci prova Kouko (14’) ma il suo colpo di testa non inquadra lo specchio della porta. Così come Daffara (32’) che alza sopra la traversa sulla punizione battuta da Volpe.

A inizio ripresa Maceratese pericolosa con Colombi (4’) che da ottima posizione calcia sul fondo. Poi ci prova Orlando (5’) con una bella iniziativa, ma per il portiere non ci sono problemi. Al 21’ l’occasione più ghiotta per la Maceratese quando Imparato rimette al centro un invitante pallone con Foglia che calcia alto la palla quasi dagli undici metri. La Maceratese è pericolosa con Carotti (29’), ma poco dopo Leccese si presenta davanti a Forte ma angola troppo la mira e la palla si perde sul fondo. Al 38’ Colombi allarga per Foglia che solo in area calcia clamorosamente a lato.

Maceratese 0

Lupa Roma 0

MACERATESE: Forte; Imparato, Altobelli, Faisca, Karkalis; Orlando (23’ st Togni), Carotti (39’ st Giuffrida), Foglia, Buonaiuto (42’ st Belkaid); Colombi, Kouko. A disp. Cantarini, Clemente, Fissore, Lasicky, Sabato, Massei, Alimi, Cesca. All. Bucchi.

LUPA ROMA: Anneda; Daffara, Fabbro, Semproni, Pasqualoni; Malaccari, D’Agostino, Quadri, Volpe (13’ st Leccese); Tajarol, Ricci (23’ st Sfanò). A disp. Mangiapelo, Losi, Ippoliti, Delvecchio. All. Cucciari.

Arbitro: Lacagnina di Caltanissetta

Note: ammoniti Carotti, Buonaiuto, Daffara, Ricci, Sfanò, Imparato, Fabbro, Sembroni

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Ancona, aggressione in un bar all'alba La polizia indaga su alcuni giovani Successivo Fabriano - Entro marzo aria nuova alla pinacoteca Molajoli