Malore fatale durante la partita di rugby: fiori e lettere sul banco di Elia

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Macerata, 16 febbraio 2015 – Bandiere a mezz’asta, un minuto di silenzio in tutte le classi, attività sospesa o rimodulata per la giornata, ma soprattutto tanti pensierini, messaggi, lettere e fiori sul banco di Elia Longarini (FOTO). E’ stata una mattinata di dolore per studenti, insegnanti e personale Ata della media Dante Alighieri di Macerata, la scuola dove era iscritto il 12enne deceduto ieri a Villa Potenza, per un malore durante la partita di rugby.

E’ stata la dirigente dell’istituto, Rita Emiliozzi, a volere che oggi fosse una giornata particolare per i ragazzi, di raccoglimento. «La scomparsa di Elia – osserva – ci ha colpiti tutti, è un stato ed è un grosso dolore, non solo per la famiglia ma anche per noi insegnanti e per i compagni di scuola. Ho voluto che tutti soffermassimo a riflettere su quanto accaduto. E devo dire che ai ragazzi è venuto spontaneo scrivere un pensiero, un ricordo per l’amico scomparso». Gli studenti della IIª D, la classe frequentata da Elia, si sono poi uniti a quelli della IIª F, che è invece la classe del fratello gemello Matteo. La preside, invece, è anche andata a parlare e a rincuorare i bambini della quarta elementare.

Intanto, questa mattina, il sostituto procuratore Luigi Ortenzi ha acquisito tutta la documentazione clinica relativa al ragazzino. Stando a un primo riscontro il 12enne era stato sottoposto a tutte le visite mediche necessarie ed era in regola con i certificati medici. Il magistrato ha disposto l’autopsia per domani mattina. L’incarico è stato affidato al medico legale Lorenda Buscemi. La notifica dell’esame è stata fatta solo per la famiglia del ragazzino se vorrà partecipare con un proprio consulente. Solo dopo l’esame potrà essere stabilita la data dei funerali.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente 12enne morto campo rugby: rose sul banco Successivo Tentarono di uccidere marocchino. Tutti arrestati