Maltempo, le mareggiate flagellano la costa. Incubo alluvione a Senigallia

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 6 febbraio 2015 – E’ emergenza maltempo in tutta la fascia litoranea dell’anconetano, dove le mareggiate stanno flagellando la costa dalla notte scorsa e la pioggia ha continuato a cadere incessante fino alla tarda mattinata.

A preoccupare è soprattutto l’incubo alluvione a Senigallia, dove il Misa ha raggiunto i livelli di guardia e le mareggiate hanno allagato lungomare Italia e le zone già colpite dall’esondazione del 3 maggio scorso. Alcuni anziani sono stati portati in salvo in gommone dai vigili del fuoco. Tutte le scuole sono rimaste chiuse, così come i negozi del centro storico.

Forti le raffiche di vento. Tra Senigallia e Ancona, la spiaggia e’ stata praticamente inghiottita dal mare. A Marzocca di Senigallia, il sottopasso e’ sommerso dall’acqua e dai detriti con diverse abitazioni allagate. A Marina di Montemarciano, la strada litoranea e’ allagata e l’asfalto e’ addirittura saltato. A falconara pesantemente danneggiati gli chalet e numerosi i sottopassi allagati.

Ad Ancona si e’ verificato un crollo alla Fincantieri: si tratta di un blocco della diga di contenimento a mare, mentre altri tre blocchi si sono spostati. L’intero stabilimento e’ allagato e alle 7 di questa mattina tutta l’area e’ stata evacuata, con la messa in sicurezza dei circa 100 operai, che erano in quel momento al lavoro. Non si registrano feriti.

A causa di detriti trascinati dal mare sui binari della ferrovia fra Ancona e Fano 20 treni hanno accumulato ritardi fino a 40 minuti. Ad Ancona il mare ha abbattuto un tratto della diga di contenimento della Fincantieri e ha invaso parte dei capannoni: nessun ferito, ma 100 operai sono stati evacuati e non rientreranno al lavoro fino a lunedì.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Fabriano - Lavori frenetici per riaprire il cinema Successivo 15enni in fuga amore, erano nelle Marche