Maltempo, Mondolfo chiede lo stato d’emergenza per Marotta

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Mondolfo (Pesaro e Urbino), 7 febbraio 2015 – Anche il Comune di Mondolfo, oltre a quello di Pesaro e Fano, farà richiesta di stato di emergenza per i danni causati nella sua Marotta dalla forte mareggiata (foto) di ieri.

E’ quanto evidenzia il vicesindaco, con delega ai lavori pubblici, Alvise Carloni, che nella giornata odierna ha proseguito i sopralluoghi nelle aree del lungomare più colpite, coordinando gli interventi di emergenza. “Problemi enormi in tutti i 5 chilometri e mezzo del nostro litorale – spiega lo stesso Carloni -, con strade e marciapiedi invasi dai detriti trascinati dalla furia dell’Adriatico, i quali in alcuni casi hanno raggiunto anche il parallelo (verso monte) viale Carducci. Le strisce d’asfalto sono tornate tutte transitabili, ma restano da rimuovere dal loro bordo e dai marciapiedi tonnellate di ramaglie e di ghiaia, di cui ci occuperemo a partire da lunedì mattina. Una stima precisa dei danni non l’abbiamo ancora fatta, ma ad occhio e croce per risistemare condutture, linee idrauliche e fossi di scolo e per ripulire tutto serviranno circa 100mila euro. Per questo, sempre lunedì, provvederemo ad inoltrare l’istanza per lo stato di calamità; anche perché al denaro che dovrà sborsare il Comune, va aggiunto quello che si troveranno a tirar fuori i gestori degli stabilimenti balneari, letteralmente devastati: fra attrezzature distrutte (cabine, pavimentazioni ecc) e i tanti lavori che saranno necessari per ripristinare la spiaggia mangiata dal mare”.

Ad una prima stima, in effetti, sembra che ciascuno dei 15 stabilimenti marottesi dovrà impiegare almeno 15, 20mila euro.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Musica, Enzo Avitabile a Musicultura Successivo Rifiuti, la raccolta differenziata continua a crescere