Maltempo nelle Marche, raffiche di vento fino a 100 km orari Danni e disagi, treni in ritardo

Il borghigiano autunno

Circolazione ferroviaria a singhiozzo nel tratto fra Ancona e Rimini, a causa di ripetuti guasti elettrici. Rami e alberi abbattuti lungo le strade. Ma l’aeroporto di Ancona-Falconara resta aperto così come il porto

Ancona, 11 novembre 2013 – Circolazione ferroviaria a singhiozzo nel tratto fra Ancona e Rimini a causa di ripetuti guasti elettrici, rami e alberi abbattuti lungo le strade da raffiche di vento che hanno raggiunto i 70-100 km. Dalle prime ore del mattino le Marche sono alle prese con una forte ondata di maltempo che sta provocando notevoli disagi, anche se l’aeroporto di Ancona-Falconara resta aperto (nessun volo cancellato) e cosi’ il porto: traghetti e cargo comunque sono fermi per scelta precauzionale degli armatori, visto che le onde raggiungono i 4 metri di altezza. Decine le chiamate ai vigili del fuoco per segnalare cornicioni o insegne pericolanti. Il vento ha divelto fra l’altro la copertura di una pensilina del porto dorico sotto la quale transitano i tir diretti all’imbarco.

Grossi disagi a Pesaro e Fano

Treni in forte ritardo, fino a 80 minuti e oltre, lungo la linea ferroviaria Ancona-Bologna a causa di ripetuti guasti elettrici provocati dal maltempo. Alle 4:40 la circolazione fra Pesaro e Fano e’ stata interrotta a causa di un guasto al sistema di distanziamento dei treni dovuto alle scariche elettriche dei temporali. Altro guasto alle 5:10 a Fano, alla linea elettrica di contatto, con un treno regionale bloccato. Dalle 6:50 la circolazione dei convogli verso Bologna e’ ripresa a senso unico alternato. La Protezione civile delle Marche segnala l’innalzamento dei fiumi registrato in provincia di Pesaro Urbino, dove in poche ore sono caduti 97 millimetri di pioggia.

Pioggia e vento nell’Ascolano

Imperversa il maltempo nell’ascolano dalla notte scorsa. L’intensità della poggia aumenta di ora in ora, con raffiche di vento sempre piu’ forti. Per la giornata di oggi e quella di martedi 12 novembre, secondo una nota del Comune di San Benedetto del Tronto – stilata dal metereologo Massimiliano Fazzini – sull’area del bacino del fiume Tronto e del torrente Ragnola sono attesi 70 millimetri d’acqua, con venti che potranno toccare anche i 75 km orari di velocita’. Previste anche mareggiate su tutta la costa adriatica del sud delle Marche. Ad Ascoli Piceno i civili del fuoco hanno ricevuto numerose richieste di soccorso per tetti e capannoni scoperchiati dalle raffiche, e telefonate analoghe si susseguono anche ai centralini dei Vvf delle province di Ancona e Macerata. Piccoli smottamenti e frane stanno interessando parte del reticolo viario dell’entroterra.

(FONTE IL RESTO DEL CARLINO)

Precedente Ciao "Peppe". Addio a Giuseppe Costarelli di Musicaviva. Successivo Erba alta, incuria, bagni inservibili. Ecco il degrado in pieno centro in Piazza Garibaldi