Maltrattava i genitori: condannato un 23enne

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli, 9 giugno 2015 – Il tribunale di Ascoli ha condannato ieri mattina a sei mesi di reclusione un 23enne ascolano con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. Il giovane è stato ritenuto responsabile di avere maltrattato i genitori con una serie di aggressioni, minacce anche con coltelli e altri comportamenti pericolosi. In particolare in una circostanza, avvenuta a marzo del 2011 ed in seguito alla quale venne arrestato, il giovane aggredì il padre con un grosso coltello da cucina, minacciandolo di morte, mentre i due si trovavano nel giardino di casa. La scena è avvenuta alla presenza di molti familiari.

La sorella e la fidanzata dell’imputato sono scoppiate in lacrime e questo lo ha fatto desistere dalle proprie iniziali intenzioni, anche se la colluttazione è andata avanti per un po’ e il padre è stato spintonato, ha perso l’equilibrio ed è caduto a terra, riportando diverse lesioni. A chiamare il 112 è stato il ragazzo della sorella. Al loro arrivo i carabinieri hanno visto i genitori del giovane rimasti fuori, in giardino, che non avevano intenzione di rientrare in casa perché erano spaventati dal comportamento del proprio familiare, che aveva dato in escandescenza.

I militari dell’Arma sono quindi entrati all’interno dell’abitazione e hanno accompagnato in caserma il giovane, che è stato poi tratto in arresto. Non era la prima volta che accadevano episodi simili, spesso per futili motivi. Nella circostanza, ad esempio, a scatenare l’ira del ragazzo era stata l’impossibilità di trattenere in casa la fidanzata e una sua amica. Il padre gli disse che sarebbero dovute tornare dalle loro famiglie, che altrimenti si sarebbero preoccupate, dicendosi anche disposto ad accompagnarle lui personalmente, ma è nata una discussione che nel giro di poco tempo è degenerata oltremodo. I genitori del giovane, difeso dall’avvocato Umberto Gramenzi, sostituito in udienza dall’avvocato Silvia Morganti, hanno successivamente ritirato la denuncia ma il processo è andato avanti ugualmente d’ufficio e ieri è arrivata la condanna. 



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente L'Oroscopo di oggi gli astri del Borghigiano Successivo Cocaina a fiumi tra Marche e Romagna 29 arresti, 40 indagati, chiuso un locale