Margarita e Alijevic a segno, il Monticelli parte alla grande

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli, 6 settembre – Il Monticelli comincia nel migliore dei modi la sua avventura in serie D, superando per 2-1 l’Amiternina nel finale, grazie al gol siglato dallo ‘zar’ Alijevic.

Tre punti d’oro per la matricola ascolana, che dunque regala una grande gioia a tutto il popolo biancoazzurro.

La cronaca. Stallone deve fare a meno degli squalificati Sosi, Adamoli e Rega, oltre agli infortunati Vallorani e Matinata, mentre il tecnico aquilano Angeloni può contare su tutta la rosa. La gara è subito emozionante, con gli ospiti che ci provano al 3’ con la conclusione debole di Torbidone, ma la palla termina a lato. L’occasione più pericolosa, però, la crea il Monticelli al 15’: Gesuè supera in dribbling due avversari e si presenta a tu per tu con Schina, con il portiere dell’Amiternina che si supera e compie un vero miracolo deviando in corner.

Due minuti più tardi, però, è De Matteis a colpire il palo con una bella conclusione dalla distanza. Poco dopo, invece, è Petrone a provarci da fuori, ma la sfera termina alta.

Gli aquilani crescono con il passare dei minuti e sfiorano il vantaggio al 27’, con il tiro di Di Paolo che viene neutralizzato da Calvaresi. Al 39’ opportunità incredibile per i padroni di casa, con Petrucci che viene servito in area da Filiaggi ma, dopo aver superato anche il portiere, non riesce ad inquadrare lo specchio della porta.

Nel secondo tempo, il match resta vivace. Al 2’ il Monticelli si fa vedere in avanti, con la conclusione di Gesuè che però non crea problemi al portiere. L’Amiternina bada soprattutto a difendere e per scardinare la retroguardia ospite Iachini manda in campo anche Margarita e Galli.

E proprio l’ex Ascoli dà prova delle sue grandi qualità balistiche con un bel tiro a giro al 22’ che finisce di poco sopra la traversa.

E’ solo il preludio al gol, che arriva alla mezz’ora, con una conclusione dal limite di Margarita, bravo ad approfittare di una palla sporca e a spedirla nell’angolo più lontano.

Al 39’, però, sugli sviluppi di un calcio di punizione, arriva il pareggio ospite con il colpo di testa di Torbidone, lasciato tutto solo in area.

Ma bastano solo due minuti al Monticelli per tornare in vantaggio: sul calcio d’angolo di Petrucci, infatti, Alijevic salta più in alto di tutti. L’incornata viene respinta da Schina, ma sul tap-in dello ‘zar’ il portiere non può far nulla. E per il Monticelli è grande festa.

Il tabellino

MONTICELLI (4-3-3): Calvaresi; Canali, Monaco, Alijevic, Stangoni; Poli (15’st Margarita), Petrucci (45’st Fabi Cannella), Minopoli; Filiaggi (15’st Galli), Gesuè, Amelii. A disp.: Di Nardo, Oddi, Mancini, Grilli, Funari, Antonelli. All. Iachini (Stallone squalificato).

AMITERNINA (4-3-3): Schina; D.Lenart, Ventura, Mariani, Valente; Di Alessandro (23’st Marcotullio), Di Paolo, Petrone; Torbidone, De Matteis (21’st D’Alessandris), Shipple (35’st L.Lenart). A disp.: Merlini, Di Alessandro, Pasqualone, Tinari, Terriaca, Peluso. All. Angelone.

Arbitro: Acampora di Ercolano.

Reti: 30’st Margarita, 39’st Torbidone, 41’st Alijevic. Note: spettatori 800 circa; ammoniti De Matteis, Mariani, Filiaggi, Ventura, Monaco; recupero 0’ e 3’.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente La Samb va sul 3-1 e poi si fa rimontare. La prima a Fermo finisce in pari Successivo 'Attori diversamente attori' a Cagli