Massaggi a luci rosse, condannata a due anni

Carabinieri centor massaggi

Le sedute finivano con ‘carezze’ a luci rosse ma anche con un pagamento di 10 o 20 euro in più sulla tariffa. Per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione di due ragazze cinesi, l’altro giorno il tribunale collegiale ha condannato a due anni di reclusione Li Hong, 36 anni, anche lei di origine cinese, titolare del ‘Centro per il benessere’ di via Buozzi alla Baraccola. Una pena, grazie alla concessione delle attenuanti generiche, comunque molto più mite dei cinque anni di carcere reclamati dall’accusa.

FONTE IL CORRIERE ADRIATICO ONLINE

Precedente Ancona, incendio vicino a distributore di metano, fiamme altissime nella notte Successivo Raffica di furti, e a Gradara ladri in fuga con pantaloni e magliette