Massimo Liberati è di nuovo a casa: "Sto benissimo"

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

San Benedetto del Tronto (Ascoli), 7 agosto 2015 – Il primo ad accoglierlo al suo ritorno a casa è stato il figlio: «Ciao babbo», gli ha urlato dal balcone. Massimo Liberati ha fatto ritorno a San Benedetto (FOTO) dopo 175 giorni di prigionia in Gambia: tanto è passato dal 12 febbraio scorso, quando il peschereccio Idra Q è stato posto sotto sequestro dalle autorità di Banjul per una violazione delle normative sulle reti da pesca. Un’inezia che si è rivelata un incubo lungo sei mesi.

«Sto benissimo – ha detto Liberati ai cronisti –, nessun problema di salute, ma quest’ultima settimana è stata la più difficile, la più incerta, perché attendevo l’esito della sentenza e giù tutto può avvenire da un momento all’altro. Il rischio di tornare in carcere c’è sempre stato. Devo dire grazie alla società armatrice, la Italfish, se oggi sono qui a riabbracciare i miei familiari».

E poi: «Le istituzioni sono state assenti, la Farnesina, il ministro degli esteri Gentiloni e il sindaco di San Benedetto. L’ambasciata mi ha telefonato una volta nei giorni scorsi e gli ho risposto che in sei mesi non avevano fatto nulla e quindi non avevo bisogno di niente. Di me si è parlato solo qualche giorno, quando ci sono state le elezioni per le regionali, poi più nulla».

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Malore durante il bagno, vedono il corpo galleggiare: cuoco in gravi condizioni Successivo 68% studenti ha preso 70 alla Maturità