Matelica in lutto, è morto Gino Gagliardi uno dei padri del Verdicchio

cordoglio

IL BORGHIGIANO IL BLOG DI FABRIANO E DELLE MARCHE –

Il mondo imprenditoriale matelicese è in lutto per la morte di Gino Gagliardi. L’imprenditore, fondatore della Cantina che porta il suo cognome, si è spento domenica sera a 87 anni, nella sua casa di via Merloni. Conosciuto in tutta la provincia e non solo, per essere stato il promotore della vendita del vino imbottigliato, Gagliardi ha dedicato tutta la sua vita al Verdicchio. Dopo aver iniziato la sua attività negli anni Cinquanta, Gagliardi ha portato una vera e propria rivoluzione nel mondo vitivinicolo. “Un ricordo di mio padre – ha detto Umberto Gagliardi che ora ha preso in mano le redini della Cantina – è quello di essere stato il primo in provincia di Macerata a vendere il vino imbottigliato e non più sfuso. Ha seguito l’azienda fino allo scorso mese di luglio, quando una operazione ha iniziato a debilitarlo. Prima dell’intervento, mio padre veniva con me in azienda e gli mostravo le novità e i terreni. E’ stato un uomo che ha fatto molto per Matelica e per il territorio e l’affetto che oggi ci dimostrano ne è la testimonianza. Penso – ha proseguito – che tutte le telefonate che sto ricevendo in questo momento e la vicinanza di molte persone, significhino che mio padre è stato una persona per bene. Ha lasciato sicuramente qualcosa di buono”. “Quello che tutti ammirano di mio padre è il coraggio e la forza di volontà che ha avuto nel portare avanti una novità come quella in cui lui ha creduto, in un periodo dove il mercato non era quello di oggi. Il modo di vendere che ha lanciato, e che oggi ci sembra normale, un tempo era una rivoluzione e lui non ha mollato””. Gino Gagliardi lascia la moglie Iolanda e i figli, Lara e Umberto, oltre a tanti amici e colleghi che lo hanno sempre stimato. I funerali questo pomeriggio, alle 16, nella chiesa di Santa Maria Cattedrale.

Notizia riferita dal Corriere Adriatico 

Precedente Cerreto d'Esi, la casalinga truffata e disperata chiede aiuto ai carabinieri Successivo Si schiantano con l’auto contro un palo della luce