Matteo Salvini a Senigallia, contestatori lanciano bengala e pomodori

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Senigallia (Ancona), 14 maggio 2015 – Circa 200 persone, militanti dei centri sociali, dei cobas, dei collettivi studenteschi e dell’estrema sinistra stanno contestando a Senigallia (Ancona) il leader della Lega Nord Matteo Salvini, che dovrebbe tenere un comizio a conclusione del tour elettorale che oggi ha dedicato alle Marche.

Il comizio è stato fissato in piazza Roma e le forze dell’ordine, in tenuta anti-sommossa, hanno praticamente chiuso ogni accesso ai manifestanti che, all’arrivo di Salvini, lo hanno duramente contestato con un fitto lancio di bengala, pomodori e uova. Forze dell’ordine e manifestanti, al momento, non sono venuti a contatto. Il leader della Lega Nord ha parlato di “imbecilli”, che provano a impedirgli di parlare e che “tengono impegnati polizia e carabinieri a fargli da scorta, invece che inseguire ladri e spacciatori”.

LAVORO E SICUREZZA. ”Ho toccato la vita reale delle Marche, incontrando i lavoratori delle aziende in crisi, i pescatori, gli agricoltori, i camionisti, i calzaturieri messi in ginocchio dalle sanzioni contro la Russia: questa è la vera agenda politica”. Così il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, a margine del suo comizio a Senigallia ultima tappa del suo tour nelle Marche. “Lavoro e sicurezza prima di tutto – ha aggiunto -, non la legge elettorale, né il conflitto di interessi“.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Fabriano - Convegno "L'anatocismo e l'usura bancaria nei contratti bancari" Successivo Salvini, lancio uova e verdure