Mauro Drudi mostra il volto ‘pop’ dell’Annunziata

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fano (Pesaro e Urbino), 3 marzo 2016 - La condizione della donna è il tema della mostra pittorica dell’artista romagnolo Mauro Drudi che verrà allestita all’interno della Chiesa del Sant’Arcangelo, nel centro storico di Fano.

Intitolata semplicemente ‘Lei’, l’installazione è composta da due maestosi pannelli che si erigono l’uno di fronte all’altro. La donna apparentemente libera, emancipata, felice, realizzata, sul cui volto splende la luce è contrapposta alla donna ‘negativa’, o come sostiene lo stesso artista ‘negata’: una donna abusata, sfruttata, mercificata, privata della libertà e dei diritti minimi il cui volto, pur mantenendo la sobrietà e l’eleganza della donna positiva, è vissuto, sfregiato, consumato, riprodotto in negativo nel senso più fotografico del termine o adombrato da un taglio di luce nera.

Si tratta di più di duecento dipinti che ritraggono il magnifico volto dell’Annunziata di Antonello da Messina, una delle opere più importanti del Rinascimento, realizzati in perfetto stile ‘Pop’. Alcuni sembrano sindoni che trasudano dalle superfici più diverse, altri marchi a fuoco mentre certi tendono addirittura a dissolversi. Il tutto illuminato da una lunga fila di ceri che invitano lo spettatore, prima di concentrarsi sui singoli sguardi, a lasciarsi coinvolgere dalla potenza dell’insieme. Una riflessione elegante e garbata ma allo stesso tempo forte, intensa, diretta, profonda sulla donna, uno dei temi fondamentali del nostro tempo.

Inaugurazione martedì 8 marzo alle ore 18,00.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Massacro in famiglia, la fidanzatina subito sotto processo. Stasera la consegna dell'atto Successivo L'arte di Sergio Carboni come omaggio all'Arma