Maxi evasione: sequestrati beni per oltre 3 milioni, 31 denunce

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Civitanova Marche (Macerata), 14 aprile 2015 – I finanzieri della Compagnia di Civitanova Marche hanno sequestrato cinque immobili, disponibilità finanziarie, un’autovettura d’interesse storico, un motoveicolo per un totale di oltre 3 milioni di euro, e denunciato trentuno persone per aver emesso e utilizzato fatture per operazioni inesistenti.

Si è da poco conclusa l’operazione ‘Ghost Leather’, che ha visto impegnati i militari nei confronti di soggetti economici operanti nel settore calzaturiero e nel commercio di pellame. L’operazione ha permesso di individuare un sodalizio criminoso costituito per eludere il fisco e consentire l’evasione a terzi, attraverso l’emissione e l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti. Ammontano ad oltre 7 milioni di euro le imposte evase.

L’attività è scaturita da un monitoraggio di frequentatori di alcuni famosi casinò d’Italia che, a fronte di esigui redditi dichiarati, avevano elevate disponibilità finanziarie. Pertanto, sono state intraprese delle verifiche fiscali con relativi accertamenti bancari nei confronti di un considerevole numero di persone fisiche e giuridiche.

In particolare, nel corso delle attività ispettive effettuate nei confronti delle società marchigiane, sono stati individuati soggetti economici campani che avrebbero dovuto fornire manodopera e pellame alle imprese in questione che operavano in totale evasione d’imposta, non avendo provveduto alla presentazione delle dichiarazioni annuali.

E’ risultato evidente che le società marchigiane fossero state create e tenute in attività per essere utilizzate come “cartiere” per eludere il fisco e consentire l’evasione a terzi beneficiando dell’incasso dell’Iva sulle vendite.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente 'Anima' metallo per ponte Potenza Successivo Desi Mobili, operai senza stipendio