Maxi frode fiscale, scoperti e denunciati due imprenditori

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Macerata, 17 novembre 2017 – Vestiti con la scritta ‘Made in Italy’, ma in realtà erano un falso. Si è conclusa l’operazione ‘Lana cinese’ della Guardia di Finanza che ha portato alla luce una maxi frode fiscale di circa 15 milioni di euro relativa alla vendita di 12mila capi di abbigliamento recanti la falsa etichetta “Made in Italy”. Due persone sono state denunciate.

In particolare, dalle indagini di polizia tributaria e polizia giudiziaria svolte è emerso un caso di evasione fiscale internazionale, posto in essere da un imprenditore locale attraverso la costituzione di una società formalmente di “diritto cinese”, ma di fatto con sede d’amministrazione in Italia, operante nel settore tessile e specializzato nella produzione e vendita di accessori in lana per importanti griffe della moda, nazionali ed internazionali.

I due responsabili sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria, la quale ha disposto il sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente di beni fino alla concorrenza delle imposte evase oltre 4 milioni di euro.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle

Precedente Macerata, frodi nel mirino della Finanza Imprenditori denunciati e maxi sequestro Successivo Incidente in superstrada, mercoledì il funerale di Selena Cani