Maxi furto nel borsettificio Lara

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Montegranaro, 12 febbraio 2015 – Il furto di borse ai danni di una piccola e storica azienda artigiana, il Borsettificio Lara, è avvenuto qualche giorno fa, ma la notizia si è diffusa solo ieri negli ambienti dei calzaturieri, insieme all’entità dell’ingente bottino, che dalle prime valutazioni dovrebbe aggirarsi sui 200-250mila euro.

Una notizia che ha destato un forte sconcerto. L’azienda in questione produce borse da donna di alta qualità, con un proprio marchio e punta da sempre su un prodotto artigianale molto curato nei dettagli e nei materiali, e proprio per questo si è ritagliata una certa considerazione sul mercato dove le sue creazioni sono molto apprezzate. Sull’episodio stanno indagando i carabinieri della locale stazione, per individuare le modalità con cui hanno agito i malviventi, che hanno messo a segno il colpo riuscendo a portare via un consistente quantitativo di pelletterie, e per risalire alla loro identità.

È il secondo colpo di una certa consistenza avvenuto ai danni di imprese del distretto calzaturiero: è di una decina di giorni fa, infatti, un altro maxi furto di circa 2.000 paia di calzature alla Errebi, nella zona industriale di Casette d’Ete di Sant’Elpidio a Mare. Nei giorni scorsi si era anche diffusa la voce, incontrollata, di un altro tentato furto, ai danni anche in quel caso di una piccola azienda di Montegranaro in cui i ladri, vistisi scoperti, si sarebbero dati alla fuga senza riuscire a portare via niente.

Dopo la notizia, diffusa dalle forze dell’ordine nei giorni scorsi, dell’avvenuta individuazione di due dei tre componenti della banda che nel luglio scorso aveva razziato diverse aziende tra Montegranaro e Sant’Elpidio a Mare, i più avevano tirato un sospiro di sollievo, ma il verificarsi di questi nuovi episodi sta riproponendo forti timori tra gli imprenditori.

Marisa Colibazzi



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Fabriano - «Love songs» Coro e cena di San Valentino al teatro Gentile Successivo Parolisi: "Se pensano che io sia il colpevole, perché vogliono abbassarmi la pena?"