Mazzate al migrante, condannato a 9 anni per tentato omicidio

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 9 aprile 2015 – Il tribunale di Ancona ha condannato a 9 anni di carcere per tentato omicidio Eduart Muka, 48enne albanese residente a Fabriano.

L’uomo la sera del 19 maggio 2014 aggredì a mazzate un marocchino di 58 anni. La vittima, parte civile al processo, era stata immobilizzata in via Romagnoli e colpita ripetutamente con una mazza di legno: fortunatamente i rapidi soccorsi e l’immediato trasferimento in ospedale lo avevano salvato.

La difesa, l’avvocato Maurizio Diociaiuti, aveva chiesto la derubricazione del reato a lesioni gravi e sostenuto anche la tesi della legittima difesa. Muka, ha detto il legale, voleva solo dare una lezione all’altro e non ucciderlo: il movente sarebbe stato un presunto comportamento arrogante tenuto del marocchino nei pressi di un social market della zona destinato a famiglie disagiate.

L’imputato, che dieci giorni prima del fatto aveva già avuto un litigio piuttosto acceso con la parte offesa, era stato arrestato due ore dopo l’aggressione. Il tribunale ha revocato nei confronti di Muka la misura cautelare degli arresti domiciliari. Il pm Marco Pucilli aveva chiesto una condanna a sei anni di carcere.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Garante Marche,in 2014 più 12% richieste Successivo Export, in crescita quello dei Distretti