Mecomonaco non vuole scherzi: «Sfatiamo il tabù Celano»

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Civitanova Marche, 1 novembre 2014 – «Dobbiamo sfruttare questo momento positivo: è ora di sfatare il tabù Celano!». Esordisce così mister Antonio Mecomonaco nella conferenza stampa che precede l’importante appuntamento di campionato previsto per domani contro i castellani di Pasquale Luiso. Non si sofferma troppo a parlare di formazioni, come suo solito, il tecnico di origini abruzzesi, sicuro com’è che chi sarà chiamato in causa sarà comunque all’altezza del compito: i piccoli grattacapi dovuti alla squalifica di Ficola e a qualche defezione per grave infortunio tra gli “under” non rappresentano di certo un problema per chi ha a disposizione un organico competitivo e ben rifornito.

Uno sola, a suo avviso, la preoccupazione: «In gare come questa, in cui non è retorica dire che si ha tutto da perdere, dobbiamo solo mantenere alta la concentrazione – rivela Mecomonaco – del resto, siamo ben consci delle nostre qualità, sappiamo che se giochiamo come sappiamo, possiamo portare a casa il risultato pieno e proseguire nel trend positivo. L’avversario, però, non va mai sottovalutato: la classifica, che vede il Celano all’ultimo posto, non tiene conto del fatto che si tratta comunque di una squadra dotata di carattere e buoni elementi, brava a lottare su ogni pallone, vogliosa di cambiare passo e fare bene, viste anche le recenti sanzioni. Anche se non sono più la squadra rivelazione che erano l’anno scorso ed hanno cambiato molto, di certo non reciteranno il ruolo della vittima sacrificale a priori, anche i precedenti statistici sono dalla loro parte. Sono sicuro perciò che proveranno a renderci la vita difficile: proprio per questo dovremo fare la massima attenzione, sin dall’approccio».

«Dovremo avere pazienza, senza cercare di ottenere tutto e subito, ma usando nel modo giusto la testa – prosegue il mister – .Loro hanno tutto da guadagnare in circostanze come queste, ma noi dovremo essere talmente intelligenti da non abbassare mai la guardia: sperando anche nella concomitanza di un passo falso delle nostre contendenti, vincere domani ci consentirebbe di fare un ulteriore balzo in avanti, e soprattutto garantirebbe a tutto l’ambiente di mantenere quell’entusiasmo che da diverse settimane ci circonda e ci consente di lavorare con una serenità ed un’armonia piene».

Un solo risultato disponibile dunque? «Se si vuole arrivare in alto, come è nei propositi miei e di questa ambiziosa Società, che sono onorato di allenare – confessa Mecomonaco – dovrei dire di sì, anche se è ancora presto per fare calcoli e guardare più di tanto la classifica. Preferiamo ragionare sul serio partita dopo partita, vista anche l’assoluta imprevedibilità del calcio e l’importanza decisiva che spesso vanno a ricoprire i singoli episodi. Da parte nostra, posso dire che ci siamo preparati come sempre al meglio, che siamo in un buon momento, a livello fisico e mentale, che da qui in avanti proveremo a tirare fuori il massimo da ogni gara, tentando sempre la via del successo, anche a costo di prenderci qualche rischio, accontentandoci del pari solo nel caso non si possa umanamente ambire a di più. Nelle ultime prestazioni, ad esempio, complice anche il fatto che i nostri avversari hanno iniziato a studiarci e conoscerci meglio, siamo stati magari meno “belli” che in altri casi, ma molto più efficaci. Il rammarico grande è che, nonostante un calendario difficilissimo in avvio, con un pizzico di fortuna in più, ora saremmo potuti essere, con un ruolino invidiabile, in seconda posizione, grazie ai quattro punti delle gare con Pesaro e Chieti che sarebbero stati stra-meritati, ma ai quali è meglio non pensare più».

«E’ sempre il campo ad essere l’ultimo giudice – conclude il Mister – sta a noi però sfruttare tutte le nostre risorse e questo buon momento. Mi auguro, domani, di poter condividere con i nostri tifosi, che si stanno riunendo sotto un’unica bandiera, un’altra bella giornata di sport, in uno stadio gremito, visto anche il bel tempo e il senso di attesa che si respira in città. Ho sempre detto che con il bel gioco e i risultati positivi avremmo convinto la gente a tornare al Polisportivo: sono contento che in questo periodo ci stiamo riuscendo e grazie all’aiuto e al sostegno dei nostri appassionati tifosi potremo contare su un’arma in più per arrivare al successo».

L’elenco dei convocati per la sfida con il Celano: Amodeo, Aquino, Bensaja, Biagini, Cossu, Degano, Ferrini, Foresi, Forgione, Gialloreto, Giovino, Macellari, Maragarita, Massaccesi, Mengali, Mioni, Passalacqua, Pintori, Ruzzier, Silvestri, Terlino, Tofani.



 

Precedente Metanfetamine e cocaina, arrestato un 21enne Successivo Razzìe nei tabacchi della città. Il vice questore: "Ladro arrestato anche grazie al senso civico"