«Medie e Agrario possono convivere nella stessa sede»

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Fano, 21 novembre 2014 – «L’ISTITUTO AGRARIO al Codma? Una discussione sul nulla, perché nessuno ha presentato alla Regione la richiesta per avere l’uso gratuito dell’immobile, inserito dall’ente regionale tra i beni da mettere in vendita all’asta o da concedere in affitto». A richiamare l’attenzione degli attuali amministratori sul Codma è l’ex assessore Davide Delvecchio che, tra dicembre 2013 e gennaio 2014, andò due volte in Regione a parlare con assessori e funzionari per ottenere gratuitamente la disponibilità della struttura.

«La proposta del Comune di Fano – spiega Delvecchio – era di realizzare una scuola media temporanea, che servisse le zone periferiche, fino alla realizzazione della scuola media di Bellocchi. E per questo chiedevo alla Regione di poter disporre dei locali del Codma in comodato d’uso o al massimo in affitto calmierato, visto che era stata inserita nei beni alienabili. Richiesta su cui concordarono i funzionari regionali».

Delvecchio è convinto che, vista l’ampiezza dell’ex sede universitaria, «possano coesistere entrambi i progetti, scuola media e istituto agrario. Almeno questo è il mio augurio, visto che è stato posto quasi un veto dal Pd sulla scuola media a Bellocchi in favore della scuola media della Padalino». Al momento sembra sia il sindaco Massimo Seri a gestire, in prima persona, la vicenda dell’agrario cercando di far dialogare tutti i soggetti interessati: Istituto Cecchi, Comune, Provincia, Regione.



 

Precedente Bancarotta Cantiere navale. Condannata famiglia Careri Successivo ‘Emporio della solidarietà’, àncora di salvezza per 500 famiglie