A Mekri Abed Kader l’incarico prestigioso di Coordinatore Regionale del Comitato #Cristianinmoschea per la Regione Marche

Fabriano – Foad Aodi, presidente delle Comunità del Mondo Arabo in Italia (Co-mai) e fondatore del Movimento Internazionale Unire per Unire e Fondatore di #Cristianinmoschea, Elena Rossi, portavoce #Cristianinmoschea responsabile comunicazione e rapporti esterni, hanno comunicato al presidente del Centro Culturale della MISERICORDIA, Mekri Abed Kader l’incarico prestigioso di Coordinatore Regionale del Comitato #Cristianinmoschea per la Regione Marche, questo “in accordo con l’ufficio di Presidenza di #Cristianinmoschea istituito a novembre 2016 con la finalità di proseguire la fase costituente e la definizione dell’organigramma nazionale e internazionale”. A corredo dell’importanza del nuova funzione affidata a Mekri Abed Kader, va rilevato come la Confederazione ha riunito 2000 delegati in rappresentanza di Associazioni, Comunità, centri culturali, Università, sindacati, moschee, chiese, Confederazioni, Federazioni e Istituti internazionali e i vice presidenti sono, il vescovo Anglicano Luis Miguel Perea e la scrittrice Rahel Shazarahel. Il Segretariato Generale è composto dai Coordinatori Regionali, quindi anche da Mekri Abed Kader e da esperti del settore dialogo interculturale e interreligioso, mentre il Coordinamento Organizzativo è composto dai delegati delle diverse realtà aderenti. Come noto il presidente del Centro Culturale della MISERICORDIA, è riuscito a realizzare questa realtà nel cuore della città e come ben sottolineato dal sindaco uscente Giancarlo Sagramola e dal vescovo monsignor Stefano Russo, che hanno preso parte alla cerimonia del taglio del nastro del Centro di via Cavallotti “la valenza del multiculturalismo, volto a riconoscere, all’interno di uno stesso paese, l’identità culturale di componenti etniche e religiose presenti, sviluppando i contatti con coloro che volontariamente si vogliono presentare con chiarezza e trasparenza nella realtà in cui vivono e lavorano” valorizzando azioni specifiche per l’integrazione a livello comunale combattendo razzismo e pregiudizi verso l’altro, favorendo comprensione reciproca fra gruppi ed individui con origini linguistiche, culturali, etnici e religiosi differenti contribuendo alla cooperazione, coesione ed inclusione, tratti distintivi di una cultura democratica”. Lo stesso Foad Aodi, ha rilevato che la nomina a coordinatore regionale di Mekri Abed Kader “ha la finalità di intensificare la nostra collaborazione per rafforzare il dialogo interreligioso in Italia e in Europa con azioni concrete, portate avanti per valorizzare quello che unisce e non quello che divide, fiduciosi che questo segni solo l’inizio di un cammino in ascesa da percorrere insieme”.

DANIELE GATTUCCI

Precedente Fabriano - Frontale in auto, due feriti trasportati all'ospedale Profili Successivo Urbino, evasione fiscale: sequestri per un milione a squadra di volley