Meteo pazzo: tutti in spiaggia a gennaio: quasi una Befana… in costume

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 12 gennaio 2015 – La Befana in maniche corte? C’è mancato poco. La vecchina se n’è andata e ha lasciato il posto a uno scampolo di primavera. Dopo la nebbia arriva il sole. E che sole: 17 gradi domenica a mezzogiorno su Pesaro (Osservatorio Valerio), con dolci sventagliate di garbino. Che poi nel pomeriggio hanno lasciato spazio a venti più freschi. La natura come al solito ci ricasca: margherite, primule, gemme sugli alberi. Fioriture in verità mai interrotte, dal momento che ci siamo lasciati alle spalle l’anno più caldo di sempre con i suoi 15,5° di media.

Corsi e ricorsi. Un anno fa proprio l’11 gennaio Pesaro registrava le stesse calde temperature di ieri: gente a passeggio al mare, gite nei parchi, attività all’aperto. E scrivevamo dell’inverno all’incontrario. Quel gennaio, ad anticipare il comportamento di un anno intero, si sarebbe poi rivelato il più caldo di sempre. Il 2015 è iniziato all’insegna della variabilità. In pochi giorni ha regalato una spruzzatina di neve e gelo, giornate frizzanti e soleggiate, poi clima umido e nebbioso, quindi dolce e poi variabile. Ma il garbino è quanto di più illusorio, e difatti ha lasciato campo ad aria fresca.

Che ci accompagnerà per qualche giorno, con temperature basse ma comunque al di sopra delle medie. Almeno fino a venerdì, quando è annunciato un marcato cambiamento di circolazione, con l’arrivo di correnti fresche nordatlantiche che porteranno neve sull’arco alpino e precipitazioni diffuse anche dalle nostre parti, con quota neve inizialmente oltre i mille metri ma poi destinata ad abbassarsi. La fase perturbata dovrebbe durare almeno una settimana. 
 



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Fabriano - Biblioteca Sassi senza stampa, Sagramola: "Servizio riattivato" Successivo Ruba e imbratta Gesù bambino. Studentessa fabrianese 22enne nei guai