Minacce e insulti alla ex, condannato un 40enne

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Civitanova Marche, 19 dicembre 2015 – «Se non mi dai ottomila euro, pubblicherò un tuo video hard». Così un 40enne avrebbe tentato di ricattare una ex compagna.

Per questo ieri lui, accusato di stalking e tentata estorsione, è stato condannato a un anno e mezzo di reclusione. Protagonista della vicenda è Raoul Ariel Panzerini, 40 anni, originario di Buenos Aires ma da tempo residente a Macerata, dove lavora come istruttore in una palestra.

Dopo una relazione con una giovane civitanovese, la ragazza aveva deciso di chiudere la storia. Ma questa cosa non era stata presa molto bene dall’argentino, che aveva iniziato a mettere in atto una serie di comportamenti oltremodo molesti.

Per prima cosa, nel giugno del 2010 lui avrebbe tentato di estorcere 8mila euro alla ex, con la minaccia che, se lei non glieli avesse dati, avrebbe diffuso un video con le performance erotiche della donna.

Poi avrebbe iniziato a tempestarla di email e telefonate, piene di minacce, richieste pressanti di denaro e in alcuni casi anche insulti: un martellamento che sarebbe andato avanti per mesi, dal dicembre del 2010 al maggio seguente.

Questa situazione avrebbe costretto la civitanovese a vivere nel terrore, e per questo lei lo aveva denunciato. Ieri per lui si è chiuso il processo in tribunale a Macerata.

Gli avvocati difensori, Susanna e Loredana Sonaglioni, hanno sottolineato come non ci fossero prove della tentata estorsione, se non le parole della donna; tra l’altro, sebbene lei non avesse dato i soldi, nessun video compromettente sarebbe mai stato diffuso.

Quanto alle telefonate e alle email, sarebbero rientrate nella relazione, che era ancora in atto in quei mesi. Invece il giudice Giovanni Manzoni ha ritenuto colpevole l’imputato e, accogliendo la richiesta del pm (avvocato Stefano Lanari) lo ha condannato a un anno e mezzo di reclusione per le due accuse. Ora i difensori, dopo il deposito delle motivazioni della sentenza, valuteranno l’appello. La civitanovese era parte civile con l’avvocato Elisabetta Vastaroli.

 

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Vandali i Piazza del Popolo, colonna imbrattata e lastra rovinata Successivo Fuga dall’ospedale: inseguito e preso