Minaccia la madre e rapina patrigno

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 8 aprile 2015 - ERA appena tornato da Cuba. E quando si torna da così lontano, i soldi in tasca evidentemente sono sempre pochi. Così un 50enne, pesarese, il giorno di Pasqua è andato dritto a bussare a casa della madre per avere dei soldi. La donna, che ha 70 anni, gli ha aperto la porta fiduciosa e ansiosa di abbracciarlo, ma si è accorta subito che il figlio aveva poca intenzione di festeggiare. Anzi, è andato subito al sodo chiedendo i soldi sia alla madre che al compagno di lei, anche lui di 70 anni.

LA DISCUSSIONE si è fatta accesa, tanto che il 50enne ha preso per un braccio il compagno della madre gettandolo a terra. Poi in un crescendo di terrore, ha minacciato di fargliela passare brutta a tutti e due se non avessero tirato fuori i soldi. Ma di fronte alla mancanza di denaro, il 50enne ha avuto un’idea: «Andiamo al bancomat a prelevare il contante. Ma non fare scherzi».

COSI’ HA trascinato il compagno della madre, già ferito alla mano per la caduta a terra, a prelevare il denaro al bancomat più vicino. Un prelievo da 500 euro, il massimo consentito. Poi il 50enne, ricordando all’uomo di non fare scherzi e di non avvertire nessuno, se n’è andato. Al ritorno in casa del 70enne, la coppia non ha avuto alcun dubbio nel telefonare immediatamente alla polizia denunciando tutto ciò che era accaduto poco prima. Gli agenti, avuta l’indicazione su come e dove rintracciare il manesco 50enne, hanno impiegato poco tempo per intercettarlo, bloccarlo e portarlo in questura per il riconoscimento.

QUI GLI agenti hanno ricostruito i fatti, prendendo a verbale il resoconto del compagno della madre dell’aggressore, accertando che si era trattato di un vero e proprio sequestro di persona seguito da una rapina. Infatti, di lì a poco, il 50enne è stato dichiarato in stato di fermo per questi reati oltre che per lesioni personali avendo procurato delle ferite alla mano al 70enne giudicate guaribili in 4 giorni.

LA POLIZIA ha poi requisito le immagini del bancomat dove si vede l’arrivo dei due uomini per il prelievo del denaro. L’udienza di convalida del fermo è prevista per oggi. Resta da capire come mai il 50enne, che non ha precedenti penali importanti o gravi, non abbia compreso che il suo comportamento l’avrebbe portato dritto in carcdere. Forse riteneva che il compagno della madre non l’avrebbe mai denunciato ma se ha avuto questo pensiero ha sbagliato i suoi conti. Perché non solo l’ha denunciato ma ha raccontato nei minimi particolari l’aggressione subìta e il terrore che ha passato in mano al 50enne, all’apparenza pronto a tutto pur di incassare dei soldi.

 

 



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente L'Oroscopo di oggi gli astri del Borghigiano Successivo Non vede il figlio da tre anni. "La mia ex è scappata e l’ha portato in Romania"