Miss Italia, per Claudia la favola continua

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Sant’Elpidio a Mare, 4 settembre 2014 – La favola di Claudia continua. Dallo sbaglio al gran sogno. Da domenica -fino a ieri alle ragazze è stato severamente proibito comunicarlo – le Marche hanno una sola ragazza ‘superstite’ nella 75ª edizione di Miss Italia. Una sola prenderà parte alla finalissima del 14 settembre ed è Claudia Filipponi, meravigliosa ragazza di 18 anni di Sant’Elpidio a Mare, studentessa al liceo classico ‘Annibal Caro’ di Fermo. Sì, proprio lei che una settimana fa era stata eliminata in diretta streaming durante le pre-finali, salvo poi accorgersi dell’errore e richiamarla un’ora dopo, quando era sul pullman e già si preparava al rientro.

La Filipponi avrà il numero 16 e sarà dunque una delle 24 bellissime che si contenderanno a Jesolo il titolo di Miss Italia in diretta su La7. Va anche aggiunto che già in questi giorni è possibile sostenerla votando sul sito www.misskia.it. Infatti la più cliccata vincerà la fascia nazionale dello sponsor automobilistico. Eliminato invece il tridente dell’Anconetano composto dalla Miss Marche Giulia Carnevali e da Melissa Tassi e Giulia Donati. «Faccio fatica a realizzare quanto accaduto  – confessa Claudia -. Solo tre giorni prima era tutto finito, anche se per sbaglio. Poi, adesso che non ci sono più tagli e siamo poche, ci si diverte di più, facciamo solo foto e abbiamo anche tempo per rilassarci».

L’aveva detto: farò la valigia per venti giorni… «Già, una previsione indovinata». Cosa pensa abbia colpito la giuria? «La bellezza fino ad un certo punto, perché qua tutte sono belle. Sicuramente ho fatto un provino simpatico, mi sono messa in gioco ed ero spontanea ». Cosa dicono i suoi, i concittadini? «C’è grande affetto, simpatia e incoraggiamento, mi ha scritto pure il sindaco. Ma io non mi monto la testa; anzi, mi manca tanto la famiglia». E il suo ragazzo, non è che si preoccupa? «No, c’è piena fiducia tra noi e anzi siamo coinvolti entrambi. Verrà qui a trovarmi». Ora è lecito sognare la clamorosa vittoria che alle Marche manca dal 1981. «Magari! Intanto ci sono, la finale sarà una vetrina per lo spettacolo e da amante del teatro lo spero proprio».



Precedente Macerata, sequestrata fabbrica "fantasma" piena di veleni Successivo Fuga di gas ad Ancona, zona isolata