Molo chiuso, maxi multe. In tre oltre la transenna: pagheranno tremila euro

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Civitanova, 24 novembre 2014 - PRIME SANZIONI in porto. Ieri mattina cinque persone hanno oltrepassato il molo est, avventurandosi oltre le transenne affiancate dalla Capitaneria alcuni giorni fa per motivi di sicurezza alla preesistente sbarra per impedire a tutti, pedoni compresi, l’accesso al molo foraneo e alla sua scogliera. E’ già finita dunque la fase preliminare dell’informazione, della prevenzione e della dissuasione ed è cominciata quella della repressione delle infrazioni della normativa vigente coi conseguenti «fulmini» pecuniari.

LE MULTE applicate sono particolarmente salate: 1.032 euro in capo a ciascuno dei contravventori. La sanzione minima prevista in caso di violazione dell’articolo 1.164 del Codice della Navigazione. Poco prima di mezzogiorno una pattuglia della Guardia costiera in servizio di ronda ha sorpreso nella zona proibita prima una coppia di civitanovesi (marito e moglie) e poi una giovane mamma che stava camminando assieme ai due figlioletti. Quest’ultimo terzetto è stato intercettato all’estremità del molo, all’altezza quasi del fanale rosso. Gli addebiti sono stati contestati ai tre adulti (i piccoli non facevano testo), identificati sul posto dagli uomini in uniforme e invitati a recarsi poi negli uffici della Capitaneria di Porto.

Qui la coppia civitanovese avrebbe manifestato vivacemente irritazione e stizza per il giro di vite dell’Autorità marittima e per la severità delle sanzioni, rischiando provvedimenti più seri. E’ stata anche fatta presente, per giustificare quei passi oltre le transenne, l’assenza di cartelli inibitori all’altezza della sbarra. Come dire: non sapevamo che il successivo tratto di molo fosse tabù. Spiegazioni che non hanno convinto i militari. Da qui le tre multe comminate, per un totale di 3.096 euro. «Mi duole applicare le sanzioni – ha spiegato il nuovo comandante del porto Michele Grottoli- ma – a questo punto, a distanza di giorni ormai dalla pubblicizzazione del nuovo corso, non potremmo comportarci diversamente».

Insomma: dura lex sed lex. Intanto la Capitaneria ha affisso all’altezza delle scalette i divieti a scalare il muraglione est, sempre per ragioni di sicurezza. E sull’altro fronte prosegue, on line e non, la raccolta di firme per la rimozione dei divieti promossa dal sito web «Sei un civitanovese se…» e dal negozio di articoli per la pesca sportiva «Verde Azzurro».



 

Precedente Ladro ferito piantonato in ospedale, complice a Montacuto Successivo FABRIANO - Opera numero: 298 l'Energia nell'Arte - Biblioteca Fabriano 30/11/2014