Mondavio, uno ‘sfregiatore’ di auto s’aggira in centro storico

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Mondavio (Pesaro-Urbino) – Nel centro di Mondavio si sta aggirando una persona che si ‘diverte’ a sfregiare le carrozzerie delle auto. Negli ultimi giorni si è registrata una serie di atti vandalici ai danni di macchine posteggiate lungo via Gramsci e in viale Della Vittoria, nel cuore della cittadina roveresca, a pochi passi della celebre Rocca griffata Francesco di Giorgio Martini. Tra le vittime di questi deplorevoli e incomprensibili vigliaccherie, che causano a chi le subisce un considerevole danno economico, c’è l’imprenditore Fabio Cerisoli, contitolare del noto albergo ristorante ‘La Palomba’, ubicato proprio in via Gramsci.

«Hanno rigato entrambe le fiancate della mia Bmw serie 1 – sottolinea –; una prima volta sul lato sinistro, sia davanti che dietro, e poi, il giorno dopo, su quello destro, anche in questa occasione sia sulla parte anteriore che su quella posteriore. Sono delle profonde righe che hanno completamente scalfito la vernice nera e che sembrano prodotte con un grosso chiodo. Dopo il primo episodio ho pensato ad un imbecille occasionale, magari un ubriaco, ma visti i danni del giorno successivo ho cominciato a preoccuparmi seriamente. Ho pure ipotizzato che potesse essere qualcuno che ce l’aveva con me, anche se proprio non ne capivo le ragioni, ma adesso è chiaro che si tratta di un teppista che colpisce a caso. Ho saputo, infatti, che nelle ultime ore sono state prese di mira altre due auto: una Fiat Panda di proprietà di una signora che abita in viale Della Vittoria e una Punto. Ho segnalato la cosa alla polizia municipale – prosegue Cerisoli – e mi auguro che il colpevole venga individuato al più presto. Per una cittadina come Mondavio, che tra l’altro vive di turismo, non è certo un bel biglietto da visita».

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Filarmonica Gioachino Rossini, un successo al bacio Successivo Ancona, è morto il bodyguard torcia umana al Tribunale dei minori