Montali inciampa sui lavori pubblici: Dezi e Canaletti rimettono (ancora) le deleghe

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Porto Recanati (Macerata), 13 maggio 2015 – Gli assessori Dezi e Canaletti abbandonano il sindaco Montali, rimettendo le deleghe. E la Giunta va di nuovo in crisi. I due hanno protocollato le dimissioni dalla carica assessorile ieri alle 14.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la scelta di accorpare il settore dei lavori pubblici con quello dell’urbanistica dell’Utc senza il loro consenso, né – sostengono – di quello del funzionario all’urbanistica Piemontese. Quello della riorganizzazione della macchina amministrativa è un problema che la Giunta Montali si porta avanti da tempo e ha visto numerose riunioni finire male, perché i pareri erano sempre contrastanti.

«Non condivido più questi metodi che si basano sul non rispetto della persona – dice Italo Canaletti –. La volta scorsa ho ripreso le deleghe per senso di responsabilità e con la garanzia che da allora qualunque atto di Giunta sarebbe stato condiviso e discusso. Ancora una volta non è stato fatto. Tra l’altro c’erano diverse delibere sul turismo da approvare e invece sono rimaste ferme». Sembra che neanche il funzionario dell’urbanistica Piemontese sia d’accordo con l’accorpamento dei due settori, che vedrebbe ridimensionato il ruolo del funzionario dei lavori pubblici, il geometra Daniele Re. Lo stesso pare abbia alzato i toni nel momento in cui la Montali gli ha comunicato la decisione.

«Mi dispiace, il sindaco sapeva bene che se avesse preso una decisione del genere, avrei rimesso le deleghe – dice invece l’assessore ai lavori pubblici Dezi –. Questa decisione sminuisce il lavoro di una persona competente come Re, che ha molti incarichi di responsabilità svolti nel migliore dei modi. Neanche il funzionario del settore urbanistica condivide questa scelta». I due rimangono, per ora, consiglieri comunali. Per la Montali sarà dura poter continuare a governare in questo modo. Intanto ieri il sindaco ha diramato una nota sull’approvazione del «nuovo regolamento per l’organizzazione di uffici, servizi e macrostruttura dell’ente». «La riorganizzazione – scrive – persegue l’obiettivo di migliorare la qualità dei servizi resi ai cittadini ottimizzando le professionalità presenti. L’atto consente di colmare il limite in materia di spesa di personale, che prevede il blocco di assunzioni e retribuzioni, investendo sulla valorizzazione delle risorse umane».

Emanuela Addario



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Nuovo volo Vueling Ancona-Barcellona Successivo Picchia la compagna e la figlia di 11 anni, arrestato per maltrattamenti in famiglia e lesioni