Montegiorgio, inseguito dal cane ladro spara un colpo

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Montegiorgio (Fermo), 7 ottobre 2015 -  Esce di casa per portare a spasso il cane e si trova faccia a faccia con un ladro che, nel tentativo di scappare e proteggersi dall’animale, spara un colpo di pistola. È successo l’altra notte in contrada San Zenone di Alteta di Montegiorgio.

Stando al racconto dei residenti, erano circa le 23,50 di lunedì e il proprietario di una casa della zona, come in tante altre occasioni, indossa il giubbetto e si prepara ad uscire per portare a spasso il cane (di grossa taglia), prima di andare a letto. Percorsi pochi passi fuori dall’uscio e imboccato il vialetto del giardino, si trova faccia a faccia con un uomo con il volto coperto che si stava avvicinando furtivamente all’abitazione. Non gli ci vuole molto per capire cosa stesse accadendo e così intima di fermarsi, ma il furfante tenta di darsi alla fuga. Il proprietario di casa minaccia di lasciare libero il cane, ma non ottenendo risposta dallo sconosciuto, scioglie il guinzaglio. L’animale rispettando la sua indole a difesa del padrone e del suo territorio, si scaglia contro il ladro che nel tentativo di divincolarsi estrae una pistola scacciacani dalla tasca ed esplode un colpo. L’animale si allontana, il ladro in pochi secondi supera il recinto e scappa in direzione dei campi.

Il colpo di pistola, richiama però i residenti della zona che subito si precipitano in strada, manifestando una evidente inquietudine per l’episodio. Immediatamente sono stati allertati i carabinieri della Compagnia di Montegiorgio che, arrivati sul posto, hanno subito avviato le indagini. Fortunatamente, l’episodio non ha registrato feriti e sembra che nella zona non ci siano stati altri episodi, furti anche se qualcuno aveva sentito l’irrequietezza degli animali domestici.

 

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente S. Marta, studenti sparpagliati, ritardi e disagi didattici Successivo Ats, alla guida rimane Maurizio Mandolini