Montemarciano, vandali danno fuoco ai bagni pubblici in via dei Tigli

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Montemarciano – Vandali di nuovo in azione la sera a Marina di Montemarciano. Questa volta i balordi lunedì verso l’ora di cena hanno preso di mira i bagni pubblici in via dei Tigli; servendosi di carta e materiale infiammabile, hanno appiccato il fuoco alla struttura.

E’ stato un passante a notare le fiamme ed il fumo che usciva dai bagni pubblici che si trovano in prossimità di un giardino. Scattato l’allarme, sul posto sono arrivati i vigili del fuoco che hanno circoscritto il rogo, limitando i danni.

I carabinieri hanno invece svolto i rilievi ed avviato gli accertamenti, considerato che non ci sono dubbi sull’origine dell’incendio. E’ probabile che ad appiccare le fiamme sia stato un gruppo di minorenni che negli ultimi tempi sta creando problemi tra i residenti. I carabinieri stanno vagliando alcune testimonianze per risalire ai responsabili.

Oltre ai furti, in paese non sono purtroppo rare le incursioni notturne dei baby vandali. L’ultima e più recente era stata segnalata pochi giorni fa quando alcuni residenti avevano raccontato di essere stati infastiditi da gruppi di giovanissimi teppisti, che si divertivano a sparare con pistole a piombini.

Un modo discutibile di trascorrere il tempo con gli amici durante le sere, nei pressi dei giardini di pubblici in via San Pietro. E la notte di Halloween gruppi di baby si erano ‘divertiti’ a lanciare uova contro le mura di alcune abitazioni, ed anche sui portoni di ingresso e sulle finestre. Come se non bastasse, qualche ragazzino ha anche rincarato la dose, aggiungendo a questo genere di scherzi deprecabili anche il lancio di petardi. Nel mirino dei vandali ultimamente sono finiti anche vetri delle scuole e delle palestre infranti, attrezzature dei giardini pubblici danneggiate o divelte.



 

Precedente Truffa all'Inps, percepivano la pensione sociale nonostante fossero all'estero Successivo Ancona, addio a Raffaele Trementino una vita dietro la telecamera