Precedente Contratto di quartiere ​Scatta la rivoluzione Successivo Melchiorri: «Maceratese, quanto sei bella»