Morto Ferruccio Mazzola, figlio di Valentino, fratello di Sandro


(FONTE LA GAZZETTA DELLO SPORT)

Milano, 07 maggio 2013
L’ex giocatore e tecnico se n’è andato a 68 anni. Vinse uno scudetto con la Lazio. Negli ultimi anni scrisse un libro in cui accusò di doping il mondo del calcio senza risparmiare nemmeno la grande Inter del più famoso fratello

Da sinistra Ferruccio Mazzola e il fratello Sandro.
Da sinistra Ferruccio Mazzola e il fratello Sandro.

 

Il calcio saluta Ferruccio Mazzola. L’ex calciatore è morto questa mattina a Roma dopo una lunga malattia. Aveva 68 anni. Fratello di Sandro, icona dell’Inter, e figlio di Valentino, leggenda del Grande Torino, morto nella tragedia di Superga, visse le sue migliori stagioni nella Lazio e tra le tante squadre allenò Venezia e Siena . Da qualche anno si era ritirato nel Lazio.

Ferruccio Mazzola era nato il primo febbraio 1945 . Tra gli anni Sessanta e Settanta, giocò come interno e mezzala nell’Inter, anche se con la maglia nerazzurra registrò un sola presenza. Poi arrivarono Venezia e Lecce e ,soprattutto, la Lazio in due diversi periodi della sua carriera: tra il 1968-’71 e tra il 1972-’74. Nella stagione 1973-’74 vinse anche uno scudetto, ma senza mai giocare. Chiuse la carriera in C, con il Sant’Angelo, anche se tentò con poca fortuna l’esperienza americana con l’Hartford. Appese le scarpe al chiodo cominciò ad allenare. Con il Siena vinse il campionato di C2 1984/85, mentre un’altra promozione, sempre in C2, l’ottenne con il Venezia nel 1987/88.

Nel 2004 pubblicò il libro “Il terzo incomodo”, nel quale rivolgeva pesanti accuse al mondo del calcio sull’uso e l’abuso di doping tra gli anni Sessanta e Settanta. Non risparmiò nessuno. Nemmeno la grande Inter di Helenio Herrera e del fratello Sandro. In un’intervista all’Espresso del 2005 citò i casi di Armando Picchi, morto a 36 anni di tumore alla colonna vertebrale, di Carlo Tagnin ucciso da un osteosarcoma nel 2000, Mauro Bicicli, deceduto nel 2001 per un tumore al fegato e Ferdinando Miniussi, il portiere di riserva, morto nel 2002 per una cirrosi epatica evoluta da epatite C. Le accuse rivolte all’Inter causarono la rottura dei rapporto fra Ferruccio e Sandro. Ferruccio non risparmiò nemmeno Fiorentina, Lazio e Roma. A farne le spese sarebbe stato in questo caso il centravanti Giuliano Taccola morto a 26 anni dopo una trasferta a Cagliari durante il primo anno di Herrera sulla panchina giallorossa. La veridicità delle denunce non è mai stata comunque dimostrata da alcun procedimento giudiziario. I funerali di Ferruccio Mazzola si svolgeranno mercoledì alle 11 a Roma, nella chiesa di San Luca.

Cellulari Usati
SCATOLE CARTONE IN PRONTA CONSEGNA!!! www.semprepronte.it

Precedente Face, il musical di successo. Applausi e teatro gremito Successivo Ritiravano le pensioni dei congiunti defunti, sei denunciati