Muore in vacanza a Cuba

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 14 gennaio 2015 – Infarto fulminante, ex ferroviere muore a L’Avana. Una morte improvvisa quella di Gianfranco Bastari, anconetano di 68 anni, che da qualche giorno si trovava in vacanza nella splendida isola caraibica assieme ad alcuni amici. L’altro ieri Bastari è stato colto da una crisi improvvisa, probabilmente cardiaca, ma i soccorsi non sarebbero riusciti ad evitare il decesso dell’uomo.

Non è chiaro se Bastari, al momento della crisi si trovasse in albergo o in un altro luogo della capitale. Di certo l’uomo è stato trasportato nella clinica «Cira Garcia» de L’Avana, centro noto per essere l’ospedale degli stranieri. Proprio nella clinica a pochi passi dal Malecon de L’Avana e alle acque del mar dei Caraibi, si trova ora la salma del nostro concittadino. Tra ieri e oggi dovrebbe essere effettuata l’autopsia sul corpo di Bastari per confermare le cause del decesso, una prassi nel caso in cui vengano coinvolti dei visitatori stranieri. Appaiono, tuttavia, confermate le cause naturali del decesso.

Le pratiche del caso, comprese quelle per il rimpatrio della salma, sono già state avviate dopo che i familiari in Italia sono stati avvertiti, ma sui tempi non è possibile fare delle previsioni. Salvo intoppi in corso d’opera, le spoglie di Gianfranco Bastari dovrebbero rientrare ad Ancona all’inizio della prossima settimana. Una volta rientrate in città, sarà possibile svolgere il funerale.

I resti del 68enne saranno poi tumulati nella tomba di famiglia nel cimitero comunale di Santa Maria Nuova. Da qualche anno, dopo una vita di lavoro in ferrovia, Bastari era andato in pensione e i viaggi per lui rappresentavano una vera e propria necessità. Questo nonostante in passato avesse avuto dei problemi di salute.

«Gianfranco soffriva di alcuni problemi – racconta il fratello Fabio, avvisato ieri della tragedia che ha convolto la famiglia anconetana –, ma a Cuba tornava sempre con piacere, quasi non poteva rinunciarci. Così è salito in aereo assieme a degli amici. Stavolta il malore gli è stato fatale. Adesso aspettiamo il rimpatrio della salma per dargli una degna sepoltura. Dove è morto? Dalle informazioni che ci sono state fornite da Cuba non abbiamo ancora ricostruire dove mio fratello si trovasse al momento del malore fatale».

Abbiamo contattato l’Ambasciata italiana a L’Avana e il Consolato, i quali ci hanno confermato di aver avviato tutte le procedure del caso dopo aver appreso della morte del turista italiano. Gianfranco Bastari non aveva era sposato e non aveva figli. Da tempo viveva ad Ancona in via Strade Private di Montirozzo, non troppo distante dal fratello Fabio e dalla sua famiglia. A Ancona la notizia della sua morte a Cuba si è sparsa nella giornata di ieri. Molte le persone che hanno chiesto informazioni aull’accaduto anche alla Prefettura di Ancona che si sta interessando del rientro della salma in Italia.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Credito, Carilo cita per danni Banca Marche: ha fatto crollare il nostro valore Successivo Palas, è qui la festa: due giorni di celebrazioni per il taglio del nastro