Musei aperti nel weekend di Pasqua a Sassoferrato

musei sassoferrato

IL BORGHIGIANO IL BLOG DI FABRIANO E DELLE MARCHE – Sassoferrato – Musei comunali aperti al pubblico nel weekend di Pasqua. Dal Venerdì Santo al giorno di Pasquetta sarà possibile visitare i Musei civico archeologico, delle arti e tradizioni popolari, della miniera di zolfo e il Parco archeominerario di Cabernardi, così come la Galleria civica d’arte contemporanea “G.B. Salvi” – Mam’s, la Civica raccolta d’arte e la Raccolta di opere “Incisori marchigiani”.
Realizzata su iniziativa della Società cooperativa “Happennines” e dell’Associazione culturale “La Miniera” di Cabernardi, l’iniziativa è finalizzata ad agevolare la fruizione a visitatori e turisti del ricco patrimonio storico, culturale e artistico del territorio comunale, che merita di essere conosciuto. Un interessante evento, “Scoccetta a Pasquetta” verrà organizzato il 28 marzo, a partire dalle ore 10,00, nel Museo delle arti e tradizioni popolari. I musei e le raccolte d’arte del capoluogo saranno aperti al pubblico venerdì 25 marzo dalle ore 10,00 alle 12,30 e dalle 15,00 alle 17,30, mentre da sabato a lunedì dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 18,30. Orari diversi, invece, per la Galleria civica d’arte contemporanea “G.B. Salvi” – Mam’s che sarà fruibile soltanto di pomeriggio nei giorni di sabato, domenica e lunedì dalle ore 15,30 alle 18,30. I due siti di Cabernardi saranno aperti nel pomeriggio di sabato dalle ore 15,00 alle 18,00, mentre a Pasqua e Pasquetta per le intere giornate, precisamente dalle 10,00 alle 12,00 e dalle 15,00 alle 18,00. Infine, il Parco archeologico di Sentinum potrà essere visitato soltanto previa prenotazione. Per maggiori e più dettagliate informazioni è possibile rivolgersi ai seguenti recapiti: tel. 0732/956257 – 0732/9561 – cell.333/7301732 – 333/7300890 – e-mail: [email protected] – Per quanto concerne la visita al museo della miniera di zolfo e al parco archeominerario i recapiti sono i seguenti: tel. 0732/975241 – 0732/975018 – cell. 333.3239363 – e-mail: [email protected]

D.G.

Precedente Ancona, cicloturisti si perdono sul Conero e rischiano di precipitare in un burrone: salvati Successivo IGuzzini, adeguamento contributivo di cinquecento euro per 2016