NCD FABRIANO : CHIARIMENTI SULLA SEGNALAZIONE DI MORIA DI PESCI SUL FIUME GIANO

Riceviamo e pubblichiamo dal NCD di Fabriano

moria pesci Giano

INTERPELLANZA: ULTERIORI CHIARIMENTI SULLA SEGNALAZIONE DI MORIA DI PESCI SUL FIUME GIANO.

Noi sottoscritti Consiglieri Comunali Urbani Urbano, Leli Giovanna, Silvi Danilo

Premesso

Che nel mese di Settembre 2014 sono pervenute delle segnalazioni da parte di cittadini in merito alla presenza di pesci morti lungo il tratto cittadino del fiume Giano, a seguito delle quali sono stati effettuati dei sopralluoghi di verifica da parte degli agenti della Polizia Municipale di Fabriano, del Corpo Forestale di Fabriano e dagli ispettori dell’ARPAM.

Considerata

L’Interpellanza – Prot. 46428 del 15/09/2014 – presentata dallo scrivente Gruppo Consiliare e discussa nella seduta consiliare del 14/10/2014, nella quale si chiedevano chiarimenti circa le cause che potevano aver determinato la moria di pesci, la sussistenza di un eventuale rischio ambientale-igienico-sanitario per i cittadini, ed eventuali provvedimenti nei confronti dei responsabili.

Preso atto

Della risposta del Sindaco, il quale, sulla base del verbale, redatto dai tecnici dell’ARPAM, avente ad oggetto “ Segnalazione presunto inquinamento fiume Giano “ ( v. allegato B ), rispondeva che gli stessi “ …di pronta disponibilità, si sono recati sul sito dove non hanno potuto constatare il fenomeno denunciato né riscontravano pesci morti nell’alveo o nelle zone ripariali limitrofe ( v. verbale della seduta consiliare del 14/10/2014 ).

Viste

a seguito di accesso agli atti, le seguenti dichiarazioni:

  • Verbale di sopralluogo redatto dagli agenti della Polizia Municipale di Fabriano – PROT. 45635 del 11/09/2014 – nel quale si riferisce che “…(omissis) in data 05.09.2014 ….(gli agenti incaricati ) si recavano… con il personale ARPAM in merito alle problematica in

  • oggetto…congiuntamente al personale ARPAM non si ravvedano problemi contingenti alla segnalazione in oggetto ( acque di colore limpido e nessuna traccia di pesce morto )” ( v. Allegato A );

  • Dichiarazione dell’ARPAM – Prot. 32376 del 02/10/2014 – avente ad oggetto “ Segnalazione di presunto inquinamento fiume Giano “ nella quale “ …(omissis) i tecnici dell’ARPAM, in pronta disponibilità si sono recati sul sito dove non hanno potuto constatare il fenomeno denunciato ne riscontravano pesci morti ….(omissis)” (v.Allegato B);

  • Risposta del Comandante Provinciale del Corpo Forestale dello Stato di Ancona – Prot. 8375 del 01/12/2014 – nella quale si legge “Con riferimento alla richiesta di accesso presentata a questo Comando…(omissis) si fa presente che, in seguito al sopralluogo di cui all’oggetto, è stato aperto un procedimento penale iscritto presso la Procura della Repubblica di Ancona. Lo scrivente ufficio, pertanto, non può consentire l’accesso al verbale indicato, in quanto coperto da segreto investigativo” (v.Allegato C).

Verificata

Quindi, l’impossibilità di accedere al Verbale di sopralluogo sul fiume Giano redatto dal Comando Stazione Forestale di Fabriano, in quanto coperto da segreto investigativo per le indagini in corso sulla questione in oggetto.

Tutto ciò premesso e considerato

Chiediamo

  1. Il motivo per cui, secondo la risposta iniziale del Sindaco, non sono state riscontrate anomalie ne moria di pesci, ma successivamente, in seguito al sopralluogo svolto dalla Forestale, è stato aperto un procedimento penale.

  2. Se il Sindaco è a conoscenza di eventuali difformità tra le risultanze del verbale dell’ Arpam e dei Vigili Urbani con quelle del Verbale degli agenti della Forestale circa la presenza o meno di pesci morti sul tratto cittadino del fiume Giano.

  3. Se, in relazione al procedimento penale in corso e in relazione alla risposta alla precedente interpellanza data dal Sindaco, al quale spettano, tra le competenze, anche la tutela dell’igiene pubblica (art. 50 TUEL), chiediamo di sapere se lo stesso è a coscienza di eventuali problematiche che possano aver messo a rischio la salute dei cittadini.

Con richiesta di risposta nella prossima seduta di Consiglio Comunale. 

Precedente Colpo con spaccata ​in un bar del centro Successivo Terremoto in Toscana di magnitudo 4.1: scuole evacuate a Firenze e Siena