Negozio di timbri trasformato in una centrale dello spaccio

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 21 gennaio 2015 – Una vera e propria centrale dello spaccio al posto di targhe e timbri in Corso Carlo Alberto, al Piano. Di questa “doppia vita” all’interno dell’esercizio commerciale sono convinti gli agenti della Squadra Mobile di Ancona, diretti da Giorgio Di Munno, che hanno arrestato Massimo Olivi, 47 anni, trovato in possesso di 200 grammi di cocaina, un chilogrammo di hashish e un etto di marijuana.

Nel negozio l’uomo aveva allestito una specie di laboratorio, dove sono stati trovati 4 bilancini di previsione, taglierini e altro materiale per confezionare le dosi, oltre a 2.000 euro in contanti. Variegata la clientela.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente inneggiava su Fb a jihad, espulso Successivo Fabriano - "Spycam presto installate anche ai semafori"