Nelle Marche meno disoccupati ma più giovani scoraggiati

lavoro

IL BORGHIGIANO FABRIANO © IL BLOG – Nelle Marche meno disoccupati ma più scoraggiati.
È questa la situazione del mercato del lavoro marchigiano nel primo trimestre del 2015. Secondo i dati diffusi oggi dall’Istat ed elaborati dal Centro Studi Cna della Marche, il tasso di disoccupazione è sceso al 10,3% rispetto all’11,3 di un anno fa ed al 10,6 di tre mesi fa. Alla fine di marzo nelle Marche i disoccupati erano 71 mila, con un calo di 8 mila unità rispetto al primo trimestre dell’anno precedente. Una flessione che ha interessato più le donne (-6 mila) degli uomini (-2 mila).

Ma se diminuiscono gli iscritti alle liste di collocamento, aumenta il numero di chi sarebbe disposto a lavorare ma ha smesso di cercare attivamente un’occupazione: erano 52 mila nel primo trimestre del 2014 e sono diventati 59 mila nel primo trimestre 2015. Si tratta di persone che escono dalle liste dei disoccupati ed entrano in quel limbo che racchiude una forza lavoro potenziale che ha perso la speranza di un’assunzione.

fonte il Corriere Adriatico

Precedente S.Severino, palloncini bianchi e la musica di Rino Gaetano per l'addio al "Guerriero" Successivo Lotta al degrado con pennelli e vernice, in campo l’associazione Ascoli da vivere