Neonata con sindrome di scuotimento: indagati i genitori della piccola residenti nel fabrianese

salesi

IL BORGHIGIANO IL BLOG DI FABRIANO E DELLE MARCHE – Maltrattamenti sotto forma di scuotimenti violenti, forse colposi, ai danni di una bimba di poco più di due mesi di vita. È la pesante ipotesi d’accusa per cui sono indagati il padre e la madre della piccola, due italiani residenti nel Fabrianese, ai quali in seguito alla denuncia è stata sospesa la patria potestà. Si tratta comunque di addebiti ancora tutti da accertare e dimostrare. Il Gip di Ancona Antonella Marrone ha affidato l’incarico ad un esperto per verificare le lesioni subite dalla neonata, affidata nel frattempo alle cure di un’altra famiglia.

Forse proprio a causa di questi scuotimenti subiti, magari durante episodi di pianto continuato, nei primissimi mesi di vita la bimba avrebbe evidenziato sintomi della patologia da cui possono derivare gravi danni neurologici: sintomi come mancanza di appetito, pallore o colorito bluastro della pelle, una riduzione dello stato di vigilanza, sonnolenza e irritabilità, vomito.  I genitori avrebbero più volte portato in ospedale la piccola, alle prese con vari disturbi. Nel febbraio scorso fu l’unità di crisi del Salesi a segnalare il caso ai Servizi sociali dopo aver diagnosticato alla piccola paziente la sindrome del bambino scosso. Sulla bimba, che ora ha un tutore, sono state riscontrate anche fratture dovute forse ad una cura non adeguata nella gestione dei limitati movimenti da neonata.

 corriere adriaticoLEGGI ANCHE QUI: http://www.corriereadriatico.it/ancona/fabriano_scuotimento_marrone_neonata-1782242.html

Precedente Fabriano torna al Medioevo con il Palio di San Giovanni Successivo Gruppo Micologico Fabrianese - 13 Giugno ore 21:00 Incontro e esperienza di microscopia