Nessuno si è ferito con i botti, ma i colpi li hanno ‘sparati’ i ladri

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fermo, 2 gennaio 2016 - Nessun ferito con i botti, ma l’ultimo dell’anno ad animare la cronaca sono stati i ladri. Tra festeggiamenti e occasioni varie, c’è chi ne ha approfittato per mettere a segno alcuni colpi in giro per tutto il territorio.

Partiamo dalle note liete: ambulanze ferme in garage e nessuna necessità di ricorrere al pronto soccorso nella notte di San Silvestro per i botti. Ne sono stati sparati, ma nessun ferito, segno che l’ordinanza che li vietava in quasi tutte le località più grandi ha funzionato. E ha influito sicuramente anche l’attività repressiva, in quanto la questura ha informato che i controlli effettuati dalla polizia e delle altre forze dell’ordine nelle province di Fermo e Ascoli hanno portato al sequestro di 565 kg. di manufatti esplosivi, di 3.924 giochi pirotecnici di vario tipo e alla denuncia di 5 persone.

Come anticipato, a farla da padrona sono stati dunque i ladri. A Porto San Giorgio, nel tardo pomeriggio di giovedì, è stato sventato un furto in una casa, mentre nella notte di Capodanno sono stati messi a segno circa 10 furti in abitazioni della costa. Solo a Marina Palmense sono state colpite ben quattro edifici, ma fuorti ci sono stati anche verso Sant’Elpidio a Mare e Porto Sant’Elpidio. I sopralluoghi seguiti alle denunce dei diversi casi sono stati effettuati dai carabinieri e dagli agenti del Commissariato di Fermo. Ladri scatenati per le fest,e dunque, rapidi ad approfittare della confusione di questi momenti e dell’assenza da casa delle famiglie, uscite a festeggiar e che, invece, cominciano purtroppo nel peggiore dei modi il nuovo anno.

Giovedì mattina poi sono stati denunciati due colpi consistenti avvenuti il 30 dicembre. Il primo ai danni di una importante azienda di Magliano di Tenna, la Picenum Plast: I malviventi si sono introdotti negli uffici passando per una finestra, riuscendo poi a prelevare addirittura la cassaforte murata. Non pochi i danni denunciati dai titolari dell’azienda, che il 31 dicembre hanno avuto la brutta sorpresa.

All’aviosuperficie, in zona Paludi, invece è stato denunciato un furto di 7mila litri di cherosene, sottratti nella cisterna. Il danno si aggira su un valore economico pari a circa 4mila euro, visto che il prezzo del cherosene è indicato in 60 centesimi al litro. Il furto è stato scoperto il 30 dicembre nel tardo pomeriggio. Sul posto per le indagini gli uomini del Commissariato di Fermo.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Sgarbi show alla prima uscita dopo il malore Successivo Furto all’Eden Bar di Folignano. Due giovani nei guai per cento euro