Non arriva in tempo dai medici: il parto davanti al pronto soccorso

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Civitanova Marche, 10 gennaio 2015 –  Si precipita al pronto soccorso per partorire, ma non arriva in tempo e Mohammed, un maschietto di due chili e 800 grammi, nasce davanti alla porta del reparto. La scena che si sono trovati davanti il medico e gli infermieri di turno l’altra notte è stata quella del bebè con ancora il cordone ombelicale attaccato, in braccio a mamma e papà, una coppia marocchina, che cercava aiuto. Al primo accenno di doglie i due coniugi si sono fiondati all’ospedale, ma il bambino è stato più veloce ed è nato prima che i due genitori riuscissero a mettere piede dentro il pronto soccorso.

Si sono coordinati bene il reparto di Emergenza e quello di Ostetricia e Ginecologia e, nonostante la concitazione, tutto è filato liscio. Godono di ottima salute il pargoletto e la mamma, 35 anni è alla quarta gravidanza. Il personale del pronto soccorso li ha subito visitati e avvertito i colleghi di Ostetricia che sono scesi al piano terra, hanno tagliato il cordone ombelicale e assicurato il bimbo al seno della donna prima di trasferire entrambi in stanza. L’emergenza è scattata attorno all’1.30 quando il reparto scoppiava per numero di codici in ingresso e in attesa di essere visitati e con gli operatori che cercavano di smaltire la fila.

Il bambino però non aveva alcuna intenzione di fare la coda e così, con quello che nel termine tecnico medico viene appunto definito un parto precipitoso, ha deciso di venire al mondo senza rispettare il triage. Non è il primo caso di cicogna col turbo che si verifica all’ospedale cittadino dove si ricordano ancora di una coppia arrivata in macchina qualche anno fa e che ha costretto medico e infermieri del pronto soccorso ad uscire fuori, nel parcheggio davanti al reparto, per andare a raccogliere un bimbo nato durante il tragitto verso l’ospedale di Civitanova Alta e che stava adagiato sul tappetino dell’auto, tra i piedi della mamma.

 



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Barelle in corridoio e reparti al collasso: ecco il venerdì nero all’ospedale di Torrette Successivo IL METEO DI OGGI A FABRIANO -by il Borghigiano-