Non c’è più religione: ladri in chiesa, portata via la cassaforte

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno), 17 dicembre 2015 – I ‘cacciatori’ di casseforti non hanno risparmiato neanche la canonica della cattedrale della Madonna della Marina di San Benedetto, dove hanno messo a segno un colpo da 2.500 euro. L’impresa criminosa è avvenuta intorno alle ore 20,30 di martedì ed è stata scoperta alle 20,40 da uno dei sacerdoti che, rientrando nell’alloggio, si è accorto della visita dei ladri e che la cassaforte era stata smurata e portata via.

Dentro c’erano 2.500 euro che l’anziano parroco vi custodiva. Secondo una prima ricostruzione, i delinquenti sarebbero entrati attraverso una finestra al piano terra sul versante sud della chiesa. Durante il percorso hanno messo sotto sopra un po’ tutte le stanze e gli uffici poi, giunti nell’alloggio del parroco che da anni presta la sua opera nella Cattedrale, hanno smurato la cassaforte che conteneva denaro contante e forse anche qualche monile d’oro, quindi se la sono filata indisturbati senza lasciare tracce.

Scattato l’allarme, sul posto è accorsa una volante del commissariato di San Benedetto, per un primo esame della situazione e ieri mattina il personale della polizia scientifica ha eseguito i rilievi tecnici e cercato qualche traccia dei ladri attraverso le immagini a circuito chiuso registrate dalle telecamere di esercizi pubblici della zona. Cresce la convinzione delle forze dell’ordine che simili furti siano opera di una banda che arriva da fuori città, forse composta da personaggi stranieri. Nonostante i servizi di controllo potenziati, mirati alla prevenzione di furti specie tra le 18 e le 20, i ladri riescono a farla franca.

Durante le festività di Natale, sembra proprio che i malviventi concentrino la loro attenzione proprio nelle Chiese e sui parroci. Scorrendo i precedenti di cronaca si scopre che l’anno scorso, proprio a Natale, i delinquenti si intrufolarono nella Chiesa Regina Pacis, a Fosso dei Galli, dove svuotarono le cassette delle elemosine del Presepe e visto che c’erano, si impadronirono anche di altri oggetti, compreso un binocolo dei ragazzini che quella notte avevano animato un bellissimo recital in parrocchia. Qualche giorno prima, invece, fu derubato il parroco, Pierluigi Bartolomei. Dal suo alloggio i ladri portarono via l’iPad ed altri oggetti, ma l’impresa criminosa fu interrotta bruscamente dal rientro in casa della madre del sacerdote. L’allerta di polizia e carabinieri resta alta, ma non passa notte che non si registrano furti in alloggi, attività commerciali e industriali, aree di servizio.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Ladri golosi portano via cioccolatini per tremila euro Successivo Morta nel sonno in Spagna, aveva preso una medicina per il mal di stomaco