Notte in caserma per LaQuinton Ross, poi segna il canestro decisivo

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Pesaro, 24 novembre 2014 L’ala pivot della Vuelle Pesaro LaQuinton Ross, 23 anni, proveniente dal Mississippi, arrivato a Pesaro da appena tre mesi, ha rischiato grosso sabato notte. Una ragazza di 23, di origine marocchina, ma pesarese da anni conosciuta due mesi fa è andata dai carabinieri alle 2 di notte, come rivela oggi l’edizione di Pesaro de il Resto del Carlino, con l’intenzione di denunciarlo per violenza sessuale. I carabinieri si sono precipitati nell’alloggio del giocatore, dove è stata fatta una perquisizione, per poi accompagnare Ross in caserma. E qui il giocatore ha potuto dimostrare che quella sera c’era stato un rapporto sessuale consenziente, oltre ai messaggini sul cellulare da parte della ragazza che testimoniavano il motivo dell’incontro nell’alloggio del giocatore. Il quale non voleva che la ragazza dormisse nell’alloggio mentre la giovane avrebbe voluto rimanere. Da qui il litigio e l’intervento di altri giocatori di basket che dormivano nell’appartamento sotto per tranquillizzare gli animi. Poi è stato chiamato un taxi per far accompagnare a casa la ragazza, la quale invece è andata dritta dai carabinieri per voler denunciare una violenza sessuale. Che poi non è risultata esserci stata. Oggi continueranno gli accertamenti ma la ragazza non ha più presentato la denuncia per violenza sessuale. Il giorno successivo, LaQuinton Ross è stato protagonista della vittoria della Consultinvest Vuelle sull’Upea Capo d’Orlando, segnando il canestro decisivo a due secondi dalla fine della partita.

ro.da.



 

Precedente Schianto all'incrocio, auto in testa coda: due feriti Successivo Operato il ladro ferito da un colpo di pistola, caccia ai complici