Nuova Giunta, Terrenzi cala il tris

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Sant’Elpidio a Mare (Fermo), 30 dicembre 2014 - Il sindaco Alessio Terrenzi ha partorito la nuova Giunta, quella della svolta, quella che dovrà rilanciare l’azione amministrativa della città ed è operativa già da ieri (anche se la seduta è stata rinviata a domani, ultimo giorno dell’anno). Accanto a sé, fino alla fine del mandato, oltre a Franco Lattanzi (l’unico non revocato nei giorni scorsi), il sindaco avrà Matteo Verdecchia (revocato alla vigilia di Natale), Norberto Clementi in rappresentanza del Pd e Stefania Torresi, che «non è espressione di nessun partito, ma è stata scelta personalmente da me», assicura Terrenzi. «Sono persone scelte in base alle competenze».

La conferma di Verdecchia (piuttosto scontata in realtà) si somma ai due nuovi assessori. Clementi è uno dei nomi proposti dal Pd, cui era stata chiesta una figura maschile e di esperienza. Clementi è stato più volte assessore, presidente del Consiglio comunale e in una competizione elettorale candidato sindaco. Sulla Torresi (la cui nomina sarà ufficializzata al suo rientro dall’Argentina, dove si trova per impegni personali), Terrenzi spende parecchie parole: «I più la conoscono come ex presidente della Pro Loco. È una figura dinamica, con le idee chiare e dalle grandi capacità organizzative che credo tutti possano riconoscerle. Trovo che sia una persona aggregante, che ritengo capace di mettersi al lavoro per mettere insieme tutti: la città ha bisogno di una persona così e credo che ci riuscirà». Parole che troveranno una spiegazione quando saranno assegnate le deleghe. «Ringrazio tutti per aver accettato la mia proposta di entrare a far parte della Giunta: sono convinto che sia una Giunta forte, la città ne ha bisogno». Rafforzata la presenza delle frazioni: Clementi è di Casette (come il defenestrato Diomedi e Lattanzi), la Torresi è di Cascinare, il sindaco e Verdecchia del centro.

«Sono convinto di avere scelto persone responsabili, capaci e motivate – dice Terrenzi – con le quali poter proseguire fino alla fine del mandando, centrando obiettivi importanti per la città». La maggioranza in Giunta è riconquistata; per il Consiglio il discorso è diverso, non potendo contare sui tre lattanziani e sui tre consiglieri della Dc, anche se non è escluso che un paio di questi possano sostenere il sindaco.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Cristina, domani i funerali nella chiesa di S.Antonio Successivo Entrata in azione la trappola del ghiaccio Parcheggi intasati, pericoli per i pedoni