Olimpiadi, per Ceci il sogno sembra svanito

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli, 17 marzo 2016 – E’ giallo sulla partecipazione ai Giochi del 26enne ciclista ascolano Francesco Ceci, che lo scorso 6 marzo si era qualificato per le Olimpiadi di Rio de Janeiro nella specialità del keirin.

Il pistard nato e cresciuto sotto le cento torri, infatti, che aveva staccato il pass per i Giochi brasiliani al termine dei mondiali di Londra, non è stato inserito dall’Uci, l’Unione Ciclistica Internazionale, tra i corridori che parteciperanno alla manifestazione.

Difficile stabilire se si tratti di un errore commesso dalla stessa Uci oppure se c’era stata confusione proprio al termine del mondiale e che dunque Ceci era stato considerato ‘dentro’ quando invece era rimasto fuori dalle Olimpiadi. Il velocista ascolano compare nella lista solamente come riserva e, pertanto, parteciperebbe all’evento ‘a cinque cerchi’ brasiliano esclusivamente nel caso in cui si dovesse ritirare un’altra nazionale.

Al suo posto, sempre in base alla lista stilata dall’Unione Ciclistica Internazionale, risulta essersi qualificato per i Giochi un corridore giapponese, che però era arrivato solo sedicesimo ai mondiali londinesi, con un distacco netto dallo stesso Francesco Ceci.

A commentare la situazione, preannunciando un eventuale ricorso, è stato il segretario della «Federciclismo» Maria Cristina Gabriotti. «Potrebbe essersi trattato di un semplice errore di calcolo commesso dalla stessa Uci – ha spiegato ieri proprio la Gabriotti – e stiamo cercando di capirne qualcosa in più riguardo a questa situazione che si è venuta a creare. Avevamo festeggiato tutti insieme, nei giorni scorsi, la qualificazione di Francesco Ceci alle Olimpiadi di Rio de Janeiro e siamo rimasti davvero di sasso quando abbiamo visto la lista dell’Unione Ciclistica Internazionale. E’ assurdo che venga considerato qualificato un atleta giapponese arrivato sedicesimo e che Ceci sia solo una riserva. Faremo luce su quanto accaduto e abbiamo chiesto ufficialmente delle spiegazioni all’Uci. Qualora la loro risposta non dovrebbe soddisfare la federazione – ha concluso il segretario generale della Federciclismo – presenteremo un ricorso vero e proprio per chiedere l’ammissione di Francesco Ceci ai Giochi, perché ha ottenuto il pass in pista, grazie alle sue ottime prestazioni».

Dopo i festeggiamenti, dunque, la partecipazione del ciclista ascolano alle prossime Olimpiadi è più che mai in dubbio, anche se tutti i tifosi italiani (e non solo gli ascolani) sperano che l’Unione Ciclistica Internazionale possa tornare sui suoi passi.

Matteo Porfiri

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Furto in negozio abbigliamento Successivo Marche, per le poltrone da sindaco tanti schieramenti in fibrillazione