Omicidio Albertini, il coltello non è stato influente

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli, 26 febbraio 2016 – Il coltello potrebbe essere ininfluente ai fini dell’attribuzione delle responsabilità. E’ quanto trapela in merito all’inchiesta che sta cercando di fare chiarezza sul tragico episodio avvenuto la sera di mercoledì 17 febbraio in piazza del Popolo e che ha finito per provocare la morte di Giovanni Albertini. Ammesso che quest’ultimo o l’amico che era con lui l’abbia usato, cosa comunque da appurare, si tratterebbe di un taglierino di piccole dimensioni, evidentemente ritenuto non in grado di poter offendere o comunque non al punto da giustificare l’aggressione di cui il 58enne sarebbe stato vittima successivamente. Se ciò venisse confermato, si farebbe più difficile per l’indagato, il tabaccaio Giorgio Giobbi, poter ricorrere alla legittima difesa. Almeno non per il coltello.

Alcuni testimoni riferiscono che Albertini, colpito da uno schiaffo all’interno del locale, all’esterno ha avuto una reazione, quando ormai la questione sembrava finita lì. E in questa seconda occasione sarebbe stato nuovamente aggredito, in maniera più forte. Sul fatto che però sia stato soltanto Giobbi a colpire lo sfortunato 58enne si stanno facendo ulteriori approfondimenti. Non è infatti escluso che abbia partecipato all’aggressione anche un altro uomo, originario della puglia e da poco residente in città. Quest’ultimo avrebbe avvisato il tabaccaio che qualcuno stava parlando male di lui. Si tratterà di capire ora se anche il pugliese ha partecipato al pestaggio e, nel caso, in quale misura. Secondo le prime indiscrezioni sull’autopsia, a risultare fatale sarebbe stata un’emorragia interna, provocata forse da un colpo ricevuto ad un fianco. In tal senso sarà fondamentale riuscire a stabilire con esattezza chi ha sferrato il colpo letale. Ulteriori certezze si potranno avere, oltre che dai testimoni, anche dalla relazione preliminare sull’autopsia, che sarà depositata nel giro di pochi giorni.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente SEMINARIO ALZHEIMER A FABRIANO IL 4 MARZO 2016 Successivo Va in ospedale e le svaligiano l’appartamento