Omicidio di via Crivelli, Fabio Giacconi è in coma irreversibile

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 9 novembre 2015 – Coma irreversibile: è questo il drammatico responso che arriva dal reparto di rianimazione dell’ospedale di Torrette dove è ricoverato Fabio Giacconi, il sottufficiale dell’Aeronautica ferito a colpi di pistola dal fidanzato della figlia, Antonio Tagliata, 18 anni, in stato di fermo, con la sedicenne, per l’omicidio della madre della giovane, Roberta Pierini e il ferimento appunto dell’uomo (FOTO).

Intanto domani dovrebbe tenersi l’udienza di convalida del fermo. Sempre domani è il giorno in cui è fissata anche l’autopsia sul cadavere della Pierini.

I pm, Andrea Laurino per Tagliata, e Anna Weger della procura dei minori per la sedicenne, continuano a raccogliere le testimonianze di vicini e familiari dei Giacconi e di Tagliata. Si cerca di completare il quadro dello scenario in cui è maturato il delitto, scatenato, sembra, dalla contrarietà dei Giacconi alla storia d’amore dei due ragazzi. Per conoscere i risultati delle prove Stub sulla calibro 9 – “ho sparato io” ha detto Antonio, “la pistola non l’ho toccata”, la versione della minore – si dovrà attendere ancora qualche giorno.

Sull’arma del delitto sono stati eseguiti anche accertamenti relativi alle impronte e al Dna di chi l’ha maneggiata. Esami di laboratorio cercheranno di risalire anche al numero di matricola della pistola, cancellato. Antonio Tagliata è rinchiuso in carcere, la sedicenne si trova in una comunità protetta.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle

Precedente Civitanova, casa invasa dal fumo e scintille: panico per una donna Successivo Osimo, bloccato traffico di droga Arrestati tre cassieri della banda