Omicidio-suicidio, al funerale anche i compagni di Giosuè

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Recanati (Macerata), 17 febbraio 2016 – «Cari fratelli, l’unica parola che in questo momento può essere ascoltata è quella del Signore. Solo lui può giudicare, e lo fa sempre con misericordia». Parole del vescovo Nazzareno Marconi, che ha inviato un messaggio per il funerale di Laura Paoletti e del figlio Giosuè Lucaroni. Il messaggio è stato letto da don Pietro Spernanzoni nell’omelia davanti a una platea impietrita dal dolore. Davanti all’altare le due bare, bianca quella di Giosuè, madre e figlio, vicini nella vita e nella morte. In prima fila Lorenzo Lucaroni, il papà senza più lacrime da piangere, e vicini a lui Nicola Paoletti, il fratello di Laura, e il padre Giuseppe. «Ora avete un angioletto che da lassù vi sarà sempre vicino», ha detto don Pietro rivolgendosi ai compagni di classe di Giosuè, allineati di fianco all’altare. Le offerte serviranno a realizzare un’opera che lo ricordi nella scuola Gigli.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Furto in stazione, tre in manette Successivo Delegazione San Marino nelle Marche